Perugia, mamma poggia sulla cassa del supermercato cadavere del figlio di 2 anni ucciso a coltellate

0
Perugia, mamma poggia sulla cassa del supermercato cadavere del figlio di 2 anni ucciso a coltellate.

Perugia, mamma poggia sulla cassa del supermercato cadavere del figlio di 2 anni ucciso a coltellate. La mamma di un bimbo di appena 2 anni ha adagiato il corpo del piccolo sul nastro trasportatore di un supermercato nel Perugino. Il piccolo sarebbe stato ucciso a coltellate. Secondo le prime indiscrezioni, la donna è attualmente in stato confusionale. Gli agenti delle forze dell’ordine sul posto stanno ascoltando le testimonianze dei clienti del supermercato Lidl.

Una donna di 43 anni avrebbe poggiato il cadavere del figlioletto 2 anni sul nastro trasportatore di un supermercato. Secondo le prime indiscrezioni, il bimbo sarebbe stato ucciso a coltellate. I carabinieri sono intervenuti nel supermercato di Città della Pieve, a Perugia. La donna ha adagiato sul nastro trasportatore il corpicino del figlio senza però fornire alcuna spiegazione. Il cadavere del piccolo Alex reca ferite d’arma da taglio al collo e al torace. La donna è stata portata in caserma ed è attualmente in stato confusionale. La sua posizione ora è al vaglio degli inquirenti.

Il tutto sarebbe avvenuto intorno alle 16.20 di oggi nel supermercato Lidl di Po Bandino. Secondo quanto riferito, la donna avrebbe cercato di chiedere aiuto poggiando il corpo del piccolo sul nastro trasportatore ma, sempre secondo quanto appurato dai soccorritori, il bimbo era ormai già deceduto. Diverse le ferite da arma da taglio su tutto il corpo. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, la 43enne viveva con il figlio a casa di un conoscente. In questo momento i carabinieri stanno raccogliendo le testimonianze dei clienti del supermercato: la donna ha fatto il suo ingresso all’interno dell’attività commerciale con il cadavere sanguinante di suo figlio in braccio. “Quello che è certo – ha spiegato il sindaco di Po Bandino, Fausto Risini – è che si tratta di una tragedia accaduta in un piccolo centro che solitamente è molto tranquillo. Ora tutti i cittadini sono sconvolti”.

L’ipotesi sulla quale procede la procura della Repubblica di Perugia è quella di omicidio. Ancora da chiarire se il bimbo sia stato ucciso in un tentativo di aggressione ai danni della 43enne o se ad accoltellarlo sia stata proprio la madre. I carabinieri della scientifica hanno effettuato dei rilievi nei pressi della ex cabina Enel, poco distante dal supermercato, e nel parcheggio della Lidl. La donna, bloccata dai carabinieri, non ha opposto resistenza. Sul passeggino del piccolo Alex, ritrovato nel parcheggio della Lidl, sono state trovate alcune tracce di sangue. Ritrovato anche il coltello con il quale il bimbo è stato accoltellato. Ancora non è stato chiarito se il bimbo fosse già morto quando è stato portato nel supermercato. Per stabilire la dinamica, gli inquirenti sono in attesa dei rilievi del medico legale.

 

 

Articolo PrecedenteL’attore Simone Terranova a processo: denunciato per maltrattamenti dalla moglie disabile
Prossimo ArticoloTorino, ex professore di liceo tenta di rapire una bambina, la folla prova a linciarlo
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.