Perché Facebook sta chiedendo ad alcuni utenti di controllare i post

0

Il social sta notificando quanto successo durante una manciata di giorni a maggio: un bug ha fatto sì che ai post fosse fornita come pubblica l’impostazione predefinita di pubblicazione

Qualcuno potrebbe aver ricevuto questa notifica da Facebook nelle ultime ore: “Di recente abbiamo rilevato un errore tecnico che si è verificato tra il 18 e il 27 maggio e ti ha suggerito automaticamente di mostrare i tuoi post a tutti durante la loro creazione”. Di cosa si tratta?

Durante una manciata di giorni a maggio – le notizie d’Oltreoceano riportano dal 18 al 22, ma la notifica sopra riportata, ricevuta in Italia, dice un po’ di più – un bug, verificatosi durante il test di una nuova imprecisata funzionalità, ha colpito la piattaforma. Come conseguenza, i post di circa 14 milioni di utenti in tutto sono stati preimpostati automaticamente come pubblici. Cioè quella che di solito è l’ultima opzione nella tendina delle possibilità, è stata inserita come prima.

Scoperto l’incidente, la società ha effettuato un dietrofront e, ricambiando  le impostazioni della privacy su tutti i post di quel periodo. Quasi con un eccesso di zelo – il periodo è decisamente delicato – li ha resi tutti privati, inclusi quelli che non lo erano in origine per volontà dell’autore.

Cosa fare? Chi è stato colpito dal bug può controllare i post coinvolti nell’errore premendo su “Controlla i post” e valutare il da farsi (rimettere pubblici quelli che dovevano esserlo, o mantenerli così).

Non si tratta di un problema da poco, specialmente per chi utilizza liste di pubblicazione specifiche per veicolare alcuni tipi di contenuti (si pensi a una spartizione tra professionali e amicali, per esempio).

Cosa dice Facebook.

Proprio nelle scorse ore sono state pubblicate le risposte che l’azienda ha fornito al Congresso nel post-audizioni. Tra i punti interessati, anche la gestione delle comunicazioni agli utenti di eventuali problemi tecnici quali violazioni dei dati: Facebook auspica una legislazione più omogenea (modello Europa) per la gestione di situazioni come data breach. Anche se il bug non riguarda l’appropriazione di terzi, si tratta comunque di un errore da dover comunicare agli utenti.

Abbiamo risolto questo problema e, a partire da oggi, stiamo facendo conoscere a tutti gli interessati e chiedendo loro di rivedere tutti i post che hanno fatto in quel momento – ha affermato Erin Egan, responsabile della privacy di Facebook, qualche giorno fa –. Per essere chiari, questo bug non ha avuto alcun impatto sulle persone che avevano postato prima e potevano ancora scegliere il loro pubblico proprio come hanno sempre fatto”.

Articolo PrecedenteWhatsApp, ecco le etichette per combattere spam, pubblicità e catene di sant’Antonio
Prossimo ArticoloNadia Toffa, compleanno di coraggio e… malinconia: “È bello vivere”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.