Per Rezza servono restrizioni contro la variante brasiliana: “È quella che ci preoccupa di più”

0
Per Rezza servono restrizioni contro la variante brasiliana.

Per Rezza servono restrizioni contro la variante brasiliana. Secondo Gianni Rezza del Ministero della Salute a preoccupare è non solo la variante inglese del Covid-19, ora dominante in Italia, ma anche la brasiliana: “Bisogna fare uno sforzo maggiore per contenere questa mutazione. Dove è presente a implementare misure di restrizione e contenimento maggiori”.

Anche se la variante inglese del Covid-19 è ormai dominante in Italia, a preoccupare gli esperti è in particolare quella brasiliana, a cui è collegato circa il 4% dei ceppi isolati nel nostro Paese. I dati arrivano direttamente dal monitoraggio settimanale della situazione epidemiologica realizzato dalla Cabina di Regia. Nel corso della conferenza stampa di oggi, Gianni Rezza del Ministero della Salute ha in particolare sottolineato che “bisogna fare uno sforzo maggiore per contenere questa mutazione a differenza ad esempio di quella britannica. Per questo come Cabina di Regia abbiamo invitato tutte le regioni dove è presente a implementare misure di restrizione e contenimento. Il momento è critico rispetto alla tendenza dell’epidemia ma possiamo intervenire tempestivamente anche dando impulso alla campagna vaccinale”.

Al momento, ha aggiunto ancora Rezza, sono stati segnalati alcuni casi di reinfezione soprattutto in Umbria e solo uno nel Lazio e in Abruzzo, collegati proprio alla variante brasiliana che sarebbe la responsabile anche dell’aumento di focolai a livello ospedaliero. “Sono in corso analisi dettagliate ma non abbiamo un risultato definitivo. La maggior parte dei casi è insorta in persone vaccinate con un’unica dose, in altre con doppia dose ma una settimana dopo il richiamo, e tutti sappiamo che l’efficacia protettiva maggiore si ha a partire da due settimane dopo la seconda iniezione. Quindi dovremo avere informazioni più accurate”, ha sottolineato Rezza, precisando che “invito tutti, a iniziare dalle Regioni dove è presente la variante brasiliana, a implementare le misure di restrizione e di contenimento. Bisogna fermarla in tutti i modi. Ha il problema della conformazione spike che ci preoccupa un po’ di più e quindi bisogna contenerla. A tal proposito credo che l’approccio contieni e vaccina di fronte alle varianti “immune escape” sia la soluzione migliore. Una buona notizia è che sembra che l’immunità conferita dal vaccino sia migliore dell’immunità della malattia naturale”.

Articolo PrecedenteInsegnante fa sesso con uno studente di 15 anni: condannata a 6 anni di carcere
Prossimo ArticoloCoccodrillo spunta dall’acqua e divora bimbo di 8 anni davanti al padre: orrore in Indonesia
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.