Per 15 anni prende lo stipendio, ma non va a lavoro neanche un solo giorno: l’assenteista è da record

0
Per 15 anni prende lo stipendio, ma non va a lavoro neanche un solo giorno.

Per 15 anni prende lo stipendio, ma non va a lavoro neanche un solo giorno. Il 67enne catanzarese è stato scoperto dalla procura di Catanzaro e dalla Guardia di Finanza. Era un addetto alla prevenzione incendi dell’ospedale della città. Per mettere a tacere la sua responsabile usava le minacce e quando nel luglio del 2020 sono iniziati gli approfondimenti delle autorità nei suoi confronti, i membri della commissione incaricata non hanno trovato alcuna accusa da avanzare nei confronti del dipendente super-assenteista. Indagati pure loro.

Avrebbe percepito regolarmente lo stipendio, per più di 538.000 euro complessivi, ma per oltre quindici anni non si è mai recato a lavoro. Si tratta di un uomo di 67 anni, Salvatore S., residente a Botricello, sulla carta dipendente dell’Azienda ospedaliera “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro, ma di fatto un vero e proprio fantasma al nosocomio. Almeno secondo quanto accertato in base alle indagini del sostituto procuratore Domenico Assumma, con il coordinamento del procuratore aggiunto Giancarlo Novelli e del procuratore della repubblica Nicola Gratteri, che hanno portato all’iscrizione a vario titolo dei sette soggetti (dipendenti, funzionari e dirigenti dell’ospedale cittadino) sul registro degli indagati in relazione ai delitti di abuso d’ufficio, falso ed estorsione aggravata.

L’indagine
L’operazione del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Catanzaro ha fatto emergere che il 67enne assenteista, già in organico all’Azienda, nel 2005 era stato assegnato al Centro operativo Emergenza Incendi (C.O.E.I.) dell’ospedale catanzarese. Ma stando a quanto ricostruito attraverso l’esame dei tabulati di presenza, dei turni di servizio e delle testimonianze di alcuni suoi colleghi e superiori, pur percependo regolarmente la retribuzione (per più di 538.000 euro complessivi), per oltre 15 anni non si è mai recato in servizio. Qualcuno dei dipendenti, ascoltati dagli investigatori, parla peraltro di “una persona molto distinta” che più o meno nel 2005 si è presentata senza preavviso nell’ufficio della responsabile del C.O.E.I., operando velate ma inequivocabili minacce all’incolumità sua e dei suoi familiari, la costringeva a soprassedere dalle segnalazioni disciplinari nei confronti del collega assenteista.

Indagati i membri della commissione che indagava sull’assenteista
Solo nel luglio dello scorso anno, quando sono iniziati gli approfondimenti investigativi della Guardia di finanza, l’Azienda ha avviato un primo procedimento disciplinare nei confronti di Scumace, tramite un’apposita commissione. Tuttavia, i membri incaricati di vagliare la posizione del dipendente e indicare l’eventuale sanzione non avrebbe trovato alcuna accusa da avanzare nei suoi confronti Per tale ragione, i tre (un presidente, Domenico C., e due membri, Laura F.e Antonino M.), sono stati iscritti nel registro degli indagati per il reato di falso in atto pubblico e abuso d’ufficio. Successivamente all’archiviazione del primo procedimento disciplinare, la Direzione Aziendale del nosocomio catanzarese ha promosso una seconda verifica che si concludeva, nel mese di ottobre 2020, con il licenziamento senza preavviso del dipendente.

Articolo PrecedenteUccisa in casa a Foggia per 200 euro, confessa 29enne: incastrato dall’impronta
Prossimo ArticoloEstetista uccisa e data alle fiamme a Bari, pentito rivela: “L’amante confessò il delitto di Bruna”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.