Pedofilo ucciso a Frasso Telesino, la Procura chiede l’ergastolo per i due killer

0
Pedofilo ucciso a Frasso Telesino, la Procura chiede l’ergastolo per i due killer

Pedofilo ucciso a Frasso Telesino, la Procura chiede l’ergastolo per i due killer. La Procura di Benevento ha chiesto l’ergastolo per i due uomini accusati dell’omicidio di Giuseppe Matarazzo, ucciso nel 2018 a Frasso Telesino, davanti alla sua abitazione. L’uomo era stato scarcerato un mese prima, dopo avere scontato 9 anni per abusi su due minorenni, una delle quali successivamente si era suicidata.

La Procura di Benevento ha chiesto l’ergastolo per Giuseppe Massaro e Generoso Nasta, accusati di essere i killer di Giuseppe Matarazzo, ucciso a colpi di pistola nel luglio 2018 davanti alla sua abitazione a Frasso Telesino. Un delitto che all’epoca aveva scosso e diviso la comunità sannita: il 45enne era stato scarcerato da appena un mese, dopo avere scontato 9 anni di reclusione per abusi su due minorenni. Le indagini che avevano portato al suo arresto, avvenuto nel 2009, erano cominciate dopo la morte di una delle due, che si era suicidata nel 2008, e gli inquirenti avevano scoperto della relazione di entrambe con Matarazzo (che non è stato riconosciuto colpevole di istigazione al suicidio); l’uomo si era sempre professato innocente e aveva chiesto la revisione del processo, rivolgendosi all’avvocato Antonio Leone.

L’omicidio risale al 19 luglio 2018. Secondo l’accusa Massaro, 57enne di Sant’Agata de’ Goti (Benevento), e Nasta, 32enne di San Felice a Cancello (Caserta), accusati di omicidio volontario premeditato, si erano avvicinati all’ex pastore con la scusa di chiedergli una informazione e gli avevano sparato a bruciapelo. Si sarebbe trattato di un omicidio su commissione, anche se dalle indagini non sono emersi elementi tali da collegarli al mandante: in una delle conversazioni, intercettata il 28 dicembre 2018, giorno dell’arresto di Nasta, un suo amico e la compagna di quest’ultimo parlano di una somma di denaro che il 32enne avrebbe ottenuto.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, anche utilizzando un trojan, Massaro avrebbe fornito l’arma usata per il delitto e l’automobile, una Fiat Croma, che sarebbe stata guidata da Nasta per l’agguato; la Corte di Assise ha dichiarato inutizzabile parte del materiale proveniente dalle intercettazioni. Dopo la richiesta di condanna formulata dal pm Francesco Sansobrino, a fine marzo sarà la volta delle arringhe dei difensori, gli avvocati Orlando Sgambati e Angelo Raucci per Nasta e Angelo Leone e Mario Palmieri per Massaro. La famiglia Matarazzo è rappresentata dagli avvocati Antonio Leone e Tullio Tartaglia. La sentenza è prevista per aprile.

Articolo PrecedenteCOVID, GALLI: “C’È PREOCCUPAZIONE, SERVE SISTEMA ‘CINESE'”
Prossimo ArticoloTurchia, studenti protestano contro il nuovo rettore di Erdogan: “Picchiati dalla polizia”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.