Paura in Usa, sconosciuta si fa aprire da una bimba e tenta di rapire una neonata. L’assurda quanto sconvolgente scena in un’abitazione della Florida dove una madre terrorizzata ha sorpreso la donna mentre cercava di strappare la sua bambina più piccola dalle braccia della sorella maggiore di 12 anni. La polizia ha scoperto che poco prima la stessa donna, la 28enne Hannah Braun, aveva tentato di rapire un altro bimbo con la medesima tecnica.

Momenti di paura in un’abitazione della Florida dove una donna ha bussato alla porta facendosi aprire da una bimba di 12 anni che era in casa e ha tentato poi subito dopo di rapire la sorellina di quest’ultima di appena nove mesi. L’assurda quanto sconvolgente scena martedì scorso a St. Petersburg, nella contea di Pinellas, dove ora la donna è stata arrestata. A rendere la storia ancora più inquietante il fatto che la polizia ha scoperto che poco prima la stessa donna, la 28enne Hannah Braun, aveva tentato di rapire un altro bimbo con la medesima tecnica a casa di un altro vicino. Non solo, in casa sua gli agenti hanno ritrovato de minori di 5 anni, i suoi due figli, che aveva lasciato da soli per mettere in atto i due tentativi di rapimento.

Secondo quanto raccontano gli inquirenti, la ventottenne è stata arresta poco dopo le 2 della notte tra lunedì e martedì quando una madre terrorizzata l’ha sorpresa a casa sua mentre cercava di strappare la sua bambina più piccola dalle braccia della sorella maggiore affermando che avrebbe “protetto” la neonata. La donna ha riferito di non conoscere la 28enne e di non averla mai vista prima. La scena è stata catturata dalle telecamere di sorveglianza dell’abitazione che mostrano li momento in cui la 28enne si è avvicinata alla casa e ha bussato alla porta con un telefono in mano. Il video finisce quando la porta di casa si apre e lei entra.

La 28enne pare avesse già strappato la neonata dalle braccia della bimba di 12 anni quando è accorsa la madre delle minori ed è iniziata una lotta. Poco prima che tentasse di entrare in quella casa, aveva bussato alla porta di un’altra abitazione vicina e aveva cercato di portarle via un bimbo di un anno. Ora è accusata di tentato rapimento, furto con scasso con aggressione e percosse, abusi sui minori e due capi di abbandono di minori. Si sospetta che fosse sotto l’effetto di droga.