Paura in Salento. Una tromba d’aria ha seminato il panico a Pescoluse, marina di Salve, in Salento. Partita dal parcheggio dello stabilimento Le Maldive del Salento, si è poi abbattuta con violenza tra le Cinque Vele a la spiaggia di Pescoluse. Diversi i danni. Ci sono anche alcuni feriti ma fortunatamente lievi.

Una tromba d’aria ha seminato il panico a Pescoluse, marina di Salve, in Salento. Partita dal parcheggio dello stabilimento Le Maldive del Salento, si è poi abbattuta con violenza tra le Cinque Vele a la spiaggia di Pescoluse. Diversi i danni. Ci sono anche alcuni feriti ma fortunatamente. Inquietanti le testimonianze: “Abbiamo visto ombrelloni e materassini che volavano via a 3 metri, abbiamo sentito ambulanze subito, non sappiamo se ci sono feriti”.

I fatti sono avvenuti nel primo pomeriggio. Pochi minuti di forti raffiche di vento, ma sufficienti per provocare paura e qualche ferito tra i bagnanti. Il vortice di aria si è abbattuto all’improvviso, mentre sulla spiaggia vi erano decine e decine di persone, impegnati in questi ultimi giorni di vacanza ad agosto.

Qualche settimana una tromba d’aria si era abbattuta su Cefalù, in provincia di Palermo. Intorno alle 19 del 5 agosto il violento vortice d’aria si è formato nei pressi del lungomare del centro balneare palermitano. Panico e fuggi fuggi tra i bagnanti, presi alla sprovvista mentre trascorrevano una giornata al mare. Molta gente è uscita dall’acqua in fretta e furia per sfuggire al mini tornado. La tromba d’aria ha poi esaurito la sua forza avvicinandosi alla costa e alla strada. Non si sono registrati feriti o danni. Lo stesso giorno un episodio analogo è avvenuto a San Felice Circeo, dove intorno all’ora di pranzo, una tromba d’aria si è originata al largo della costa del litorale pontino. Due bagnanti – di un ragazzo e un bimbo – sono rimasti feriti colpiti da ombrelloni sollevati dal vento. Presi in carico dal personale sanitario del 118 arrivato in ambulanza, sono stati trasportati in ambulanza al pronto soccorso.