Partorisce sola in casa e uccide il figlio con forbicine per unghie, condannata a 2 anni in Ucraina

0
Partorisce sola in casa e uccide il figlio con forbicine per unghie, condannata a 2 anni in Ucraina.

Partorisce sola in casa e uccide il figlio con forbicine per unghie, condannata a 2 anni in Ucraina. Una madre che ha ucciso il figlio appena nato con un paio di forbicine per unghie e che poi ha gettato il corpo in un bidone della spazzatura vicino casa è stata condannata a due anni di carcere da un tribunale nell’Ucraina meridionale. Anastasia Skorychenko, questo il nome della donna già mamma di due figlie, avrebbe confessato il delitto.

Il 5 gennaio scorso Anastasia Skorychenko, una donna ucraina di 30 anni, è stata accusata dell’omicidio premeditato del figlio appena nato. Secondo l’accusa, sarebbe stata responsabile di un crimine terribile. Già mamma di due bambine, la donna avrebbe ucciso con un paio di forbicine per unghie il terzo figlio appena venuto al mondo. La trentenne avrebbe confessato il delitto nel momento in cui il corpicino ormai senza vita del piccolo è stato ritrovato in un bidone della spazzatura vicino casa. Avrebbe anche tentato di giustificare tale delitto: a suo dire, non poteva permettersi quel terzo figlio. A riportare la notizia dell’omicidio e della decisione dei giudici per Anastasia Skorychenko sono i tabloid britannici: secondo la ricostruzione, la donna avrebbe pugnalato il neonato per 22 volte pochi istanti dopo averlo dato alla luce in casa.

Aveva nascosto a tutti quella gravidanza, probabilmente pianificando di liberarsi del piccolo alla nascita. Ed è quello che poi avrebbe fatto: nel tribunale di Mykolaiv, Ucraina meridionale, la donna ha raccontato di aver avuto le contrazioni di notte, di essersi alzata dal letto e di aver partorito da sola in una bacinella sul balcone per non farsi sentire dalle figlie di 4 e 7 anni e dalla nonna che si trovavano in casa. Con un paio di forbicine avrebbe tagliato il cordone e poi con le stesse avrebbe colpito il bambino fino a ucciderlo. Un bambino che sarebbe nato sano secondo le ricostruzioni. A quel punto, la donna avrebbe nascosto il corpicino in un sacchetto e lo avrebbe gettato via. A trovarlo è stato un residente nella zona che ha allertato i soccorsi. E la polizia ben presto ha trovato la responsabile dell’accaduto.

Secondo la ricostruzione dei media, l’ammissione di colpevolezza ha portato a uno sconto di pena. La trentenne dovrà scontare due anni in carcere. Il pubblico ministero ha dichiarato in tribunale: “La madre ha inflitto 22 ferite da taglio al collo, al torace, all’addome e agli arti del bambino”.

Articolo PrecedenteTragedia a Lodi Vecchio, trovata morta una donna di 52 anni: era scomparsa da due giorni
Prossimo ArticoloUsa, Lisa Montgomery è stata giustiziata: la detenuta morta dopo aver ricevuto un’iniezione letale
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.