Pamela, urla e tensioni all’arrivo al processo di Oseghale

0
La mamma di Pamela Mastropietro, Alessandra Verni, prima dell'udienza della Corte d'Assise a Macerata a carico di Innocent Oseghale, 30enne pusher nigeriano accusato di stupro, omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere, 13 febbraio 2019. ANSA/FABIO FALCIONI

Oltre 40 i testimoni che saranno ascoltati, udienza del processo fissata al 6 marzo. In aula i genitori della ragazza

Palloncini bianchi, rossi e verdi, alcuni a forma di cuore con la scritta Pamela, sono stati liberati dai familiari di Pamela Mastropietro prima dell’udienza della Corte d’Assise a Macerata a carico di Innocent Oseghale, 30enne pusher nigeriano accusato di stupro, omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere. Tangibile la tensione in aula dove ci sono il padre e la madre, Stefano Mastropietro e Alessandra Verni, affiancati come parti civili dall’avvocato e zio della 18enne Marco Valerio Verni.

Presente anche l’imputato suoi legali. Palazzo di Giustizia presidiato dalle forze dell’ordine e ingresso limitato nell’aula per il processo, che per ora è a porte aperte. Prima dell’udienza, la madre di Pamela, che indossa una maglietta rosa con la foto della figlia con in testa una corona, ha cercato insistentemente lo sguardo di Oseghale che si trovava dentro il gabbiotto, senza essere ricambiata. “Mi ha guardato? No non ha le p…”, ha osservato.

Oltre 40 testimoni, udienza processo 6 marzo  – Entrerà nel vivo il 6 marzo prossimo, con la testimonianza di Vincenzo Marino, un collaboratore di giustizia che sostiene di aver ricevuto in carcere da Innocent Oseghale la confidenza di colpevolezza, il processo in Corte d’assise a Macerata a carico del 30enne pusher nigeriano per il massacro di Pamela Mastropietro, 18enne romana uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio scorso. Nel dibattimento (le prossime udienze sono fissate per il 13, 20 e 27 marzo, 3 e 24 aprile, 8 e 15 maggio) verranno sentiti oltre 40 testimoni cui si aggiungono i consulenti medici delle parti (20 e 27 marzo): testimonieranno anche Desmond Lucky, Lucky Awelima e un terzo nigeriano inizialmente accusati dalla Procura di concorso nel delitto e per i quali invece è stata chiesta l’archiviazione. Probabilmente verranno sentiti il 3 aprile, data in cui potrebbe esserci l’esame dell’imputato, oggi presenza silenziosa in aula. Ammesse le parti civili: i familiari di Pamela – padre e madre erano in aula affiancati dallo zio della giovane Marco Valerio Verni, che è anche l’avvocato di famiglia -, il Comune di Macerata e il proprietario della casa di via Spalato 124 dove si consumò il massacro e che è ancora sotto sequestro.

 

Articolo PrecedenteAids, vaccino italiano abbatte il 90% del virus inattaccabile
Prossimo ArticoloEnea, tutta Italia costiera a rischio inondazione
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.