Paga per far spezzare le mani al figlio gay: “Fa il chirurgo, roviniamogli la vita”

0
Paga per far spezzare le mani al figlio gay

Paga per far spezzare le mani al figlio gay. Paga per far spezzare le mani al figlio omosessuale. Il ragazzo aveva aperto da poco il suo studio da chirurgo e viveva liberamente la sua vita assieme al suo compagno. I fatti sono finiti davanti al tribunale di Torino. Il genitore, che aveva pagato per un pestaggio mai avvenuto, non accettava che il giovane professionista vivesse liberamente la sua vita.

Aveva pagato un uomo per spezzare le mani al figlio chirurgo, per distruggerlo professionalmente. Il motivo di tanta ferocia, il suo orientamento sessuale: il ragazzo infatti aveva detto al padre di essere omosessuale e il genitore aveva deciso di rovinargli la vita. I fatti sono finiti davanti al tribunale di Torino dove il padre del chirurgo, mandante di un pestaggio che non è mai avvenuto, ha patteggiato una pena (sospesa) di due anni di reclusione senza risarcimento del danno.

La storia comincia quando il ragazzo viene paparazzato al mare in Francia in compagnia di un attore noto. La foto finisce su un giornale di gossip. Lì il padre non scopre per la prima volta l’omosessualità del figlio, di cui era già a conoscenza, ma è scandalizzato dal fatto che faccia la sua vita senza nascondersi. Il chirurgo aveva aperto un anno prima il suo studio ed era andato via di casa. Successivamente aveva presentato il suo compagno in famiglia. “Era la prima volta che parlavo della mia omosessualità. Mia madre stava male e volevo renderla partecipe della mia vita prima di perderla – ha raccontato il giovane professionista -. Mio padre all’inizio sembrava averla presa bene. Il mio compagno veniva a pranzo e cena. Mi aspettavo una reazione paterna, non una cosa del genere”.

L’uomo infatti dapprima si è scagliato contro la moglie: la minaccia, la picchia e lei si separa dopo 42 anni di matrimonio. Poi paga un uomo per massacrare il figlio, ma qui accade qualcosa di imprevisto: la persona pagata non ha intenzione di portare a termine il suo compito e confessa tutto al giovane chirurgo. “Mi ha detto che mio padre lo aveva pagato per spezzarmi le mani, mi dice anche che non ha nessuna voglia di farlo perché gli sono sembrato un bravo ragazzo e non vuole rovinarmi la vita” spiega il giovane. I due si accordano e fingono un’aggressione per fornire al padre le prove fotografiche della missione compiuta. Poi, il figlio denuncia tutto. “All’inizio non volevo, avevo paura. Ho vissuto sotto scorta, i miei amici mi venivano a prendere e mi portavano a casa. Li tenevo aggiornati sui miei spostamenti perché ero spaventato” spiega ancora il ragazzo. Ora i due parlano solo tramite avvocati. Sui social, il padre del professionista scriveva: “La vendetta è un piatto che va servito freddo”

Articolo PrecedenteRoma, marito e moglie trovati in casa: erano morti da almeno quindici giorni
Prossimo ArticoloCaso Genovese, la 18enne violentata: “Continuava a darmi droga: ho capito che ero in pericolo”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.