Padova, abusa ripetutamente del figlio minorenne, operaio condannato a 8 anni

0
Padova, abusa ripetutamente del figlio minorenne, operaio condannato a 8 anni.

Padova, abusa ripetutamente del figlio minorenne, operaio condannato a 8 anni. È stato condannato a otto anni di carcere l’operaio di 55 anni finito a processo per aver abusato del figlio minorenne per anni. Le violenze denunciate proprio dal giovane sarebbero iniziate quando la vittima aveva 12 e sarebbe proseguite fino alla maggiore età. “In tanti anni di lavoro non ho mai assistito a un caso così agghiacciante”, le parole del pm in aula.

Non sarebbe riuscito a dare una spiegazione alle atrocità perpetrate nei confronti del figlio minorenne, vittima per anni di abusi proprio da parte del papà. Durante il processo che lo ha portato a una condanna a otto anni di carcere l’uomo, 55 anni, operaio residente a Padova, ha ammesso di aver violentato il figlio così come confermata anche dalla difesa dell’uomo: “Non so perché l’ho fatto, vi chiedo scusa”, le parole dell’uomo difeso dall’avvocato penalista Alberto di Mauro.

Le indagini sono iniziate lo scorso anno quando la vittima, che oggi ha 22 anni, si è rivolta alle forze dell’ordine per denunciare le violenze iniziate quando aveva solo 12 anni e proseguite almeno fino a quando ha compiuto 18 anni. Il giovane avrebbe raccontato di esser stato vittima degli abusi per anni e di aver sempre taciuto anche dinanzi alla mamma e alla sorella ignare di quanto subito. A quel punto gli investigatori hanno coinvolto proprio le due donne chiedendo loro di far confessare al 55enne il tutto. Cosa avrebbe fatto quasi subito. Ulteriori indagini hanno poi fatto emergere delle ulteriori violenze che l’uomo avrebbe commesso ai danni della moglie. La perizia medico legale sul giovane ha stabilito che il 22enne era del tutto attendibile.

Condannato a 100 mila euro di risarcimento al figlio
Durante la requisitoria in tribunale il pubblico ministero Roberto d’Angelo ha esordito dicendo: “In tanti anni di lavoro non ho mai assistito a un caso così agghiacciante”. La sentenza del gup Elena Lazzarin ha condannato con rito abbreviato l’operaio alla pena di 8 anni di carcere e a 100 mila euro di risarcimento al figlio.

Articolo PrecedenteGreen pass, tutto quello che c’è da sapere in dieci domande e risposte 21 Maggio 2021
Prossimo ArticoloCome finirà la pandemia di Covid-19
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.