“Omosessualità è brutta malattia” e colpisce a calci e pugni lo studente: prof di Assisi condannato

0
“Omosessualità è brutta malattia” e colpisce a calci e pugni lo studente.

“Omosessualità è brutta malattia” e colpisce a calci e pugni lo studente. Condannato a nove mesi di reclusione e una multa di 1.500 euro un professore che nel 2014 rivolse a uno studente, allora quattordicenne, di una scuola superiore della provincia di Perugia insulti omofobi. Il docente doveva inoltre rispondere di avere colpito il ragazzo davanti ai compagni in classe.

Un docente di 50 anni è stato condannato a nove mesi di reclusione (pena sospesa) da parte del tribunale di Perugia. Nel 2014 avrebbe colpito e insultato con frasi omofobe un suo studente, all’epoca quattordicenne. Tutto è avvenuto in una scuola superiore di Assisi. A ricostruire la vicenda e dar notizia della condanna del professore sono i quotidiani locali. “L’omosessualità è una brutta malattia, ne sai qualcosa tu”, è la frase che il professore avrebbe rivolto al ragazzo e che gli è costata la condanna. Il docente doveva inoltre rispondere di aver colpito lo studente con “due calci a una gamba e altrettanti pugni a una spalla e infine prendendolo per il collo fino a fargli mancare il respiro” dopo che il giovane avrebbe risposto alle sue parole “ci credo da quando conosco lei”. Secondo l’accusa l’insegnante, nello svolgimento del proprio servizio, avrebbe dunque abusato dei propri poteri e “in violazione di leggi e regolamenti ha arrecato un danno ingiusto all’alunno”.

Gli insulti e le botte durante la lezione
Davanti ai compagni, durante una lezione, il prof avrebbe pronunciato frasi omofobe rivolgendosi al ragazzo. In questa maniera “ne ha leso l’onore e il decoro, provocando la reazione del ragazzo che faceva analoga allusione nei confronti del professore con espressioni del tipo ‘Ci credo, da quando ho visto lei’”. Il prof avrebbe quindi colpito lo studente procurandogli ecchimosi alla gamba giudicate guaribili in cinque giorni. Una volta a casa lo studente aveva raccontato quanto accaduto ai genitori che si erano recati alla polizia per fare denuncia. Come si legge su Umbria24, il docente di Spoleto è stato condannato anche al risarcimento di 1.500 euro.

Articolo PrecedenteFreddato con un proiettile in fronte: Claudio Domino, vittima di mafia a 11 anni
Prossimo Articolo“Mio figlio autistico chiuso nella palestra della scuola dagli insegnanti”, la denuncia della mamma
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.