Omicidio-suicidio in quarantena: uccide moglie, figliolette e il cane. Poi si suicida

0

Omicidio – suicidio in quarantena: i cadaveri di quattro persone, tra cui due bimbe di tre e cinque anni, sono stati ritrovati insieme a quello del cane nella casa in cui la famiglia viveva a Woodmancote, un villaggio del West Sussex. L’ipotesi, è che il 42enne abbia ucciso la famiglia, compreso il cane, prima di togliersi la vita. È l’ennesimo episodio di violenza avvenuto nel Regno Unito nella prima settimana di blocco per Coronavirus.

Omicidio – suicidio in quarantena: i cadaveri di quattro persone, tra cui due bimbe di tre e cinque anni, sono stati ritrovati insieme a quello del cane nella casa in cui la famiglia viveva a Woodmancote, un villaggio del West Sussex. Si tratta di Robert Needham, 42 anni, costruttore, la sua compagna Kelly Fitzgibbons, XMR madre di Nedddham, Maureen, 77 anni, che viveva con loto. Quando la polizia è giunta sulla scena del crimine, purtroppo, Needham e la famiglia erano già morti.

Omicidio-suicidio
Gli investigatori hanno avviato un’indagine per omicidio, confermando, tuttavia, di non cercare nessun altro in relazione al caso. L’ipotesi, è che il 42enne abbia ucciso la famiglia, compreso il cane, prima di togliersi la vita. Needham era titolare della Needham Building Services, una società specializzata in costruzioni, che pare sia stata sciolta lo scorso ottobre.

L’ultima foto della famiglia insieme
Nulla lasciava presagire la tragedia. Qualche giorno fa proprio Kelly, che si definiva ‘totalmente innamorata delle mie bambine’ aveva postato su Facebook una tenera foto del marito e delle figlie durante una passeggiata.

Sotto choc i residenti della zona: ‘È una comunità molto piccola e tutti conoscevano la famiglia, che era adorabile. Sappiamo che la polizia non sta cercando nessun altro, quindi è ancora più scioccante’. La tragedia avvenuta in Sussex è l’ultimo episodio violento della prima settimana di blocco per coronavirus, nel Regno Unito. Gli esperti aveva sollevato preoccupazioni sulle misure paventando l’aumento della violenza domestica ed episodi estremi per soggetti con problemi di salute mentale. Le vittime collaterali dell’emergenza, contando i quattro membri della famiglia Needham, sono salite a 9.

 

 

Articolo PrecedenteLorena, futura pediatra strangolata dal compagno: “Dramma della convivenza forzata”
Prossimo ArticoloMario Ortu, noto ristoratore morto per Coronavirus a Milano. Il figlio: “Lo potevano salvare”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.