Andrei Cegolea, 47 anni, avrebbe strangolato l’ex moglie Maria con un asciugamano per poi togliersi la vita impiccandosi in un capanno nel retro di casa.

Un uomo e una donna di Pesaro sono stati trovati morti nella loro casa. L’ipotesi più probabile è che si sia trattato di un caso di omicidio-suicidio. Stando a quanto emerso, infatti, l’uomo si sarebbe impiccato in un capanno, mentre la moglie, da cui si era separato circa un anno fa, è stata trovata senza vita nel bagno con un asciugamano intorno al collo, molto probabilmente strangolata. A dare l’allarme le due figlie della coppia, di 23 e 14 anni, che dalla Moldavia – dove erano in vacanza – hanno chiesto a dei parenti di andare a controllare se fosse successo qualcosa nella casa di Santa Veneranda, popoloso borgo alle porte di Pesaro dove viveva la madre, perché da ore non riuscivano a contattare telefonicamente la donna.

Protagonisti della tragedia familiare Maria e Andrei Cegolea, entrambi di origini moldave. Stando a quanto riferisce Il Resto del Carlino dopo l’allarme lanciato dalle figlie sul posto si sono recati alcuni parenti che, pur non avendo le chiavi di casa, sono riusciti a entrare da una porta sul retro trovata aperta. In questo modo hanno scoperto quello che era accaduto: il corpo di Maria era in bagno, ormai senza vita, e intorno al collo della donna era avvolto un asciugamani. Mezzora più tardi, facendo una ricognizione intorno alla casa, i familiari hanno trovato anche il cadavere dell’uomo impiccato in un capanno.

Maria Cegolea con ogni probabilità è stata strangolata ma si attende l’autopsia per la conferma, visto che sulle braccia della donna, di 42 anni, erano presenti molte ecchimosi. I carabinieri, intervenuti intorno alle 19 e 30 di ieri, hanno aperto un’inchiesta: la donna aveva riferito spesso ai suoi familiari del marito violento ma a carico dell’uomo, di 47 anni, non risultano denunce. I due erano separati da un anno, riferisce l’Ansa, e lui quasi ogni giorno andava a trovare le figlie.