Omicidio Daunte Wright, ucciso da una poliziotta: “Credevo di aver usato il taser, non la pistola”

0
Omicidio Daunte Wright, ucciso da una poliziott.

Omicidio Daunte Wright, ucciso da una poliziott. La agente di polizia che ha sparato al ventenne afroamericano Daunte Wright a Brooklyn Center, alle porte di Minneapolis, era convinta di aver estratto il taser – la pistola che rilascia scariche elettriche – e non l’arma da fuoco: la morte dell’ennesimo giovane di colore sarebbe quindi avvenuta “per errore”.

La poliziotta che ha sparato al ventenne afroamericano Daunte Wright a Brooklyn Center, alle porte di Minneapolis, era convinta di aver estratto il taser – la pistola che rilascia scariche elettriche – e non l’arma da fuoco: la morte dell’ennesimo giovane di colore sarebbe quindi avvenuta “per errore”, tanto che il comandante di polizia ha tentato di scusarsi per quello che è stato definito un incidente, parole che tuttavia si sono rivelate benzina sul fuoco facendo esplodere la rabbia di migliaia di persone.

Morte di Wright ripresa da bodycam: agente pensava di usare taser
Sull’uccisione di Daunte Wright il quadro sembra ormai essere chiarissimo. Le immagini – che mostriamo nel video in alto – documentano quello che in apparenza sembrava essere un normalissimo controllo di polizia a un automobilista. Gli agenti si avvicinano al ventenne, gli chiedono di esibire la patente e quando lui gli risponde di non averla con sé, mentre telefona alla madre per chiederle di inviarle una foto del documento, viene invitato a uscire dalla macchina, poi perquisito. Gli agenti tentano anche di ammanettare il ragazzo che però si divincola e risale in auto. Quando Wright prova a ripartire la poliziotta si avvicina, impugna l’arma con la destra, gridando “Taser Taser Taser”, poi spara e colpisce il ragazzo. Un solo colpo. “Shit”, esclama l’agente, rendendosi conto dell’errore, cioè di aver impugnato la pistola d’ordinanza e non quella che rilascia scariche elettriche. L’afroamericano riesce a ripartire ma si schianta poco dopo su un’altra macchina e muore. Illesa la compagna che viaggiava al suo fianco.

La morte di Daunte Wright ha nel giro di poche ore riacceso le proteste del movimento ‘Black Lives Matter’, già attivo a Minneapolis perché da giorni in città si svolge il processo per la morte per soffocamento di George Floyd, in cui imputato è l’ex agente Derek Chauvin: la sentenza è attesa per la prossima settimana, ma nel frattempo la situazione – complice il decesso di Wright – è di nuovo fuori controllo e migliaia di giovani hanno organizzato contestazioni davanti alle caserme della polizia.

Articolo PrecedenteQuali sono le province italiane in cui i contagi Covid stanno crescendo di più
Prossimo ArticoloMuore improvvisamente tra le braccia della zia, i genitori erano a un concerto: Esme “stava bene”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.