Omicidio Bolzano, Benno Neumair confessa di aver ucciso i genitori

0
Omicidio Bolzano, Benno Neumair confessa di aver ucciso i genitori.

Omicidio Bolzano, Benno Neumair confessa di aver ucciso i genitori. Svolta nelle indagini sull’omicidio della coppia di Bolzano: Benno Neumair ha confessato di aver ucciso i genitori, Laura Perselli e Peter Neumair, scomparsi lo scorso 4 gennaio. La confessione è avvenuta un mese dopo il ritrovamento del corpo senza vita della madre nel fiume Adige il 6 febbraio scorso. Il corpo del padre non è mai stato ritrovato. La procura intanto ha fatto richiesta di incidente probatorio in merito alla capacità di intendere e volere del 30enne bolzanino.

Benno Neumair ha confessato di aver ucciso i suoi genitori Laura Perselli e Peter Neumair, scomparsi lo scorso 4 gennaio. Il corpo di Laura era stato ritrovato nel fiume Adige e sottoposto ad autopsia, rivelando una morte per strangolamento, probabilmente in seguito a un vero e proprio agguato teso dall’assassino. Il cadavere di Peter Neumair, invece, non è ancora stato rinvenuto e si cercano sue tracce nello stesso letto del fiume che per ora non ha restituito niente agli inquirenti: le ricerche erano state sospese nei giorni scorsi e ora riprenderanno in attesa della decisione del giudice per le indagini preliminari e dei primi esiti dell’incidente probatorio in corso.

La confessione dopo il ritrovamento del corpo di Laura Perselli

La conferma arriva dalla procura di Bolzano che ha desegretato i verbali dei due interrogatori nel corso dei quali Benno Neumair ha ammesso di essere il responsabile del duplice omicidio: la confessione è avvenuta un mese fa, subito dopo il ritrovamento del cadavere di sua madre Laura Perselli nell’Adige. “La confessione – ha spiegato l’avvocato del 30enne, Flavio Moccia – è avvenuta dopo un forte ed intenso crollo psicologico”. La notizia comunque non è mai trapelata perché la Procura aveva segretato l’interrogatorio. È stato lo stesso legale di Bello a confermare che la procura ha fatto richiesta di incidente probatorio in merito alla capacità di intendere e volere del giovane bolzanino che al momento si trova in carcere a Bolzano. Il giovane si era avvalso della facoltà di non rispondere ma nei giorni scorsi, tramite i suoi legali, aveva invece manifestato la volontà di incontrare gli inquirenti.

Gli omicidi di Peter Neumair e Laura Perselli
Secondo quanto raccontato dallo stesso Benno, arrestato il 29 gennaio, agli inquirenti durante l’interrogatorio tenutosi un mese fa, il 30enne avrebbe ucciso i genitori il giorno della loro scomparsa: Peter Neumair è stato strangolato dopo una breve colluttazione, mentre la madre Laura Perselli è stata uccisa in un secondo momento. Entrambi i corpi sono poi stati gettati nel fiume.

Circa due settimane fa, il tribunale del riesame di Bolzano aveva respinto la richiesta di scarcerazione presentata dai legali di Benno: il 30enne, indiziato grazie a più elementi, prima del ritrovamento del corpo della madre si era sempre dichiarato estraneo ai fatti sostenendo di non essere coinvolto nell’omicidio né nella scomparsa della madre e del padre, con il quale in particolare litigava ormai spesso e molto violentemente. Al momento restano ancora tanti i punti oscuri, come il possibile movente.

Articolo PrecedenteGiallo dei cadaveri carbonizzati a Ferrara, pallini nei corpi dei due cugini: è duplice omicidio
Prossimo ArticoloBimba di 2 anni sparisce nel nulla mentre gioca con i cani nel cortile di casa in Australia
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.