Omicidio Avellino, la madre di Elena: “Voleva ucciderci, ma non posso lasciarla sola”

0
Omicidio Avellino, la madre di Elena

Omicidio Avellino, la madre di Elena. Liana, la madre di Elena: “Anche se voleva ucciderci, non posso lasciarla sola”. Il giorno dopo il delitto di Avellino, si continua ad indagare per ricostruire l’intera vicenda. Gli inquirenti ascolteranno presto i due fidanzati, che avrebbero pianificato di uccidere l’intera famiglia di lei perché contraria alla loro relazione.

Dovevano morire anche loro, la madre Liana e la sorella. Ma i piani di Elena Gioia, 18 anni, ed il fidanzato Giovanni Limata, 23 anni, non sono andati come previsto. E a pagare il prezzo più alto è stato solo il padre della ragazza, Aldo, 53enne geometra della FCA di Pratola Serra. Colpito con 7 coltellate, è morto in ospedale al San Giuseppe Moscati di Avellino, nonostante gli interventi dei medici di salvargli la vita. L’omicidio di Avellino sconvolge per la brutalità ma anche per il movente: i genitori che ostacolavano la relazione tra i due ragazzi, al punto che i due pianificano la loro morte al dettaglio.

Le forze dell’ordine non ci hanno messo molto a ricostruire cosa fosse successo nell’appartamento del centralissimo Corso Vittorio Emanuele di Avellino, zona pedonale e punto di ritrovo dello shopping e della movida irpina. Il cuore del capoluogo avellinese, a due passi dalla Prefettura e dalla Chiesa del Rosario. L’incredulità dei residenti, sconvolti dalla vicenda, è enorme. In tanti hanno raccontato di continui “contrasti” tra figlia e genitori, sempre per lo stesso motivo: quella relazione tra Elena e Giovanni, alla quale i genitori si opponevano. Ma nessuno che neanche lontanamente ipotizzasse una conclusione del genere della vicenda.

L’obiettivo della coppia era l’intera famiglia di lei: padre, madre e sorella. Ma solo lui è stato, alla fine, ucciso con sette coltellate. Illese le due donne, che avrebbero dovuto secondo i piani morire assieme all’uomo. Ed ora la madre, sebbene ancora sotto shock per la vicenda, non vuole abbandonare la figlia: “Anche se voleva ucciderci, non posso lasciarla sola”. L’immediata nomina di un avvocato, che assisterà la ragazza davanti al giudice per le indagini preliminari. Gli inquirenti lavorano al caso con il massimo riserbo, ma tutto lascia credere che sarà un lungo calvario. E la città, intanto, fa i conti con una notorietà a cui non è abituata. “Non avremmo mai pensato ad una cosa del genere”, spiega uno dei residenti in zona, “ci consideravamo un po’ come la provincia felice della Campania, dove fatti del genere non potessero mai accadere. Ora dobbiamo fare i conti con la realtà”.

 

Articolo PrecedentePugni, calci, invasione di campo e violazione norme anti-Covid: l’assurda rissa a fine partita
Prossimo ArticoloStrage in ospedale Covid a Baghdad, esplode una bombola di ossigeno: 82 morti, 110 feriti
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.