Nuovo decreto Covid, fino al 15 gennaio limiti a spostamenti e ritorno colori: il testo ufficiale

0
Nuovo decreto Covid, fino al 15 gennaio limiti a spostamenti e ritorno colori.

Nuovo decreto Covid, fino al 15 gennaio limiti a spostamenti e ritorno colori. Tutte le novità del nuovo decreto approvato dal governo con le misure anti Covid dal 7 al 15 gennaio 2021: secondo il testo ufficiali, il 7 e l’8 tutta Italia torna in zona gialla, mentre nel weekend sarà zona arancione e da lunedì 11 tornerà la divisione per fasce di colore sulla base del report dell’Iss. Vietati gli spostamenti tra regioni nel periodo indicato, resta il coprifuoco: ecco tutte le regole.

Da domani, giovedì 7 gennaio, entrerà in vigore il nuovo decreto con le misure anti Covid che il governo guidato da Giuseppe Conte ha messo a punto fino al prossimo 15 gennaio. Tra le novità più importanti, l’istituzione di una zona gialla “rafforzata” il 7 e l’8 gennaio, con apertura dei negozi ma divieto di spostamento tra regioni, il ritorno alla zona arancione su tutto il territorio nazionale durante il weekend e ancora nuovo cambio di colore all’inizio della prossima secondo un calendario ben scandito. Rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5 così come l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto e al chiuso. Ecco, di seguito, tutte le regole da seguire nei prossimi giorni.

Subito dopo l’Epifania, giovedì 7 e venerdì 8 gennaio tutta Italia sarà zona gialla. Ciò significa che i bar e i ristoranti saranno aperti fino alle 18, con obbligo di stare al tavolo in massimo 4 persone se non conviventi, mentre resta consentito l’asporto dei cibi e delle bevande e la consegna a domicilio, e che anche i negozi potranno rimanere aperti, tra cui i centri commerciali. Via libera anche a parrucchieri e centri estetici. Tuttavia, vi è il divieto di spostamento tra regioni se non per comprovate necessita, per motivi di salute, lavoro o di rientro al proprio domicilio/residenza. E’ invece consentito muoversi all’interno della propria regione, fino alle 22, quando scatta il coprifuoco notturno valido fino alle 5 del mattino successivo. All’aperto si può fare attività motoria e sportiva individuale.

Zona arancione il 9 e 10 gennaio
Nel primo weekend dopo la fine delle feste di Natale, quindi sabato 8 e domenica 10 gennaio, l’Italia cambia ancora colore, secondo quanto previsto dal nuovo decreto, e torna ad essere tutta in zona arancione. Ciò significa che bar e ristoranti sono chiusi, anche se resta la possibilità di fare servizio di asporto fino alle 22 e consegna a domicilio, ma restano aperti supermercati, farmacie, edicole e tabaccai ma anche i negozi al dettaglio, esclusi quelli di abbigliamento, calzature e gioielli, oltre a parrucchieri e centri estetici. Ci si può muovere solo all’interno del proprio Comune ad eccezione della fascia oraria dalle 22 alle 5 quando è in vigore il coprifuoco notturno. Sempre e solo all’aperto si può fare attività motoria e attività sportiva individuale.

Dall’11 torna la divisione per fasce di colori
Infine, da lunedì 11 gennaio e fino al 15 torna la divisione delle Regioni per fasce di colori, gialla, arancione e rossa, sulla base dei dati epidemiologici che saranno resi noti dall’Istituto superiore di Sanità il prossimo 8 gennaio. Con l’Rt, cioè l’indice di trasmissibilità del contagio, sotto la soglia di guardia di 1 le regioni dovrebbero rimanere in fascia gialla, con l’Rt pari a 1 si va in fascia arancione, con l’Rt pari a 1,25 si va in fascia rossa. Ogni governatore potrà poi firmare ordinanze più restrittive rispetto a quelle del governo su scuole, aperture dei negozi e centri commerciali, altre attività o spostamenti, mentre i sindaci potranno chiudere piazze e strade per evitare gli assembramenti. Dopo il 15 gennaio dovrebbe essere introdotta anche la cosiddetta zona bianca, ma bisognerà attendere il prossimo Dpcm per avere informazioni più dettagliate.

Tutte le novità sugli spostamenti
Fino al 15 gennaio, secondo il decreto appena approvato dal Governo, vale il divieto di spostamento tra regioni, e non per comprovate esigenze, motivi di lavoro, salute e urgenza, o per tornare al proprio domicilio o residenza, regola questa che potrebbe essere prorogata almeno fino al 31 gennaio, ma è ancora presto per avere conferma. Vietato andare nelle seconde case fuori regione se non per emergenza e in questo caso ci si può rimanere il tempo necessario alla risoluzione del problema. Unica deroga prevista quella ai piccoli Comuni: chi è residente in un comune dove la popolazione non supera i 5.000 abitanti, anche durante i giorni in zona arancione, “può uscire ma può percorrere una distanza massima di 30 chilometri dai relativi comuni, ma rimane vietato recarsi nel capoluogo di provincia”.

Articolo PrecedenteIl killer di Daniele ed Eleonora non si pente: “L’ho fatto perché poi Dio mi avrebbe dato una donna”
Prossimo ArticoloVia libera dell’Ema al vaccino Moderna: all’Italia 21 milioni e 200mila dosi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.