La neonata morta subito dopo il parto a Vitinia non sarebbe caduta dalle mani della madre, sbattendo la testa. Secondo i risultati dell’autopsia, le cause del decesso sarebbero compatibili con dei colpi violenti alla testa: la piccola è stata forse sbattuta contro un mobile, o percossa con un oggetto.

L’autopsia effettuata sul corpicino della neonata morta a Vitinia lo scorso 18 gennaio subito dopo il parto smentisce la versione della mamma: le cause del decesso sono incompatibili con una caduta. La testa della piccola sarebbe stata sbattuta contro un mobile o colpita con un oggetto: lo dice l’esame del medico legale, agevolato dalla tac effettuata dai dottori del Bambin Gesù, dove la neonata è stata ricoverata per due giorni in condizioni gravissime. Per 48 ore i medici hanno cercato di fare il possibile per salvarle la vita: non ci sono riusciti, troppo gravi le ferite riportate dalla bambina. La madre è ora accusata di omicidio e si trova agli arresti domiciliari. Ai carabinieri di Ostia ha detto di non essersi accorta di aspettare una bambina, e che la piccola è caduta subito dopo il parto. Una dichiarazione che è subito sembrata inverosimile ai militari. Interrogata dal giudice per le indagini preliminari, la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

Neonata morta, la madre: “Non sapevo di essere incinta”
Sembra che sia meno grave di quanto potesse sembrare all’inizio la posizione della nonna della neonata. Inizialmente accusata di concorso in omicidio, sembra che si sia accorta della tragedia solo quando ormai era troppo tardi. È stata lei a chiamare i soccorsi e le altre due figlie per chiedere aiuto. Inoltre sembra sia vero che nessuno in famiglia si sia accorto della gravidanza della ragazza. Quest’ultima aveva precedentemente vissuto in Germania, ma era tornata in Italia dopo la morte del padre per fare compagnia alla madre. Già di costituzione molto robusta, aveva preso a mangiare in maniera ossessiva in ogni momento della giornata. Un comportamento che ha preoccupato le sorelle, che infatti le avevano preso appuntamento con il medico. E così non si erano accorte che era incinta.