Nel Regno Unito aumentano i casi Covid: più della metà sono collegati alla variante indiana

0
Nel Regno Unito aumentano i casi Covid.

Nel Regno Unito aumentano i casi Covid. Nel Regno Unito fino al 75% dei nuovi casi Covid sono collegati alla variante indiana. Venerdì è stato raggiunto il dato più alto da due mesi con 4.182 nuove infezioni. E se pare che non ci sarà alcun cambiamento sulla roadmap delle riaperture, il Governo ha predisposto una nuova accelerazione della campagna vaccinale per neutralizzare gli effetti della mutazione.

Nel Regno Unito torna l’incubo Covid-19. Dopo settimane di calo dei nuovi casi e dei ricoveri, legato al successo della campagna di vaccinazione, si sta assistendo ad un piccolo aumento, nonostante le cifre restino comunque basse. Secondo dati dell’Office for National Statistics (ONS), quasi la metà delle infezioni rilevate sembrerebbe essere causata dalla variante indiana, ma al momento si tratta di analisi ad aree limitate. La conferma è arrivata anche dal Ministro della Sanità, Matt Hancock, secondo il quale fino al 75% dei nuovi casi nel Regno Unito potrebbe essere collegato alla mutazione scoperta in India qualche mese fa. Nella sola giornata di venerdì 28 maggio sono stati registrati 4.182 contagi, il dato più alto degli ultimi due mesi, 134 ricoveri e 10 decessi, numeri piccoli rispetto al picco invernale ma si nota un incremento in Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord.

Osservate speciali restano le aree di Bolton, Blackburn e Bedford, dove sono scoppiati focolai di variante indiana. Ma al momento la situazione sembra essere sotto controllo e non dovrebbero esserci neanche cambiamenti alla roadmap delle riaperture, il prossimo allentamento è previsto il 21 giugno, anche se il Governo ha predisposto una nuova accelerazione della campagna vaccinale per neutralizzare gli effetti della variante.

Rispetto alle precedenti ondate della pandemia, infatti, oggi ci sono vaccini. In particolare quelli ad mRna come Pfizer e Moderna sembrano essere più o meno efficaci contro questo ceppo del virus. Restano, tuttavia, dei dubbi sulla protezione offerta nel periodo di attesa per la seconda dose. A Bolton, che ha il più alto numero di casi di variante indiana nel Regno Unito, la stragrande maggioranza dei pazienti ospedalieri non è completamente vaccinata e la maggior parte dei casi riguarda persone che non lo sono o che sono appena diventate idonee per il vaccino. A livello nazionale, il numero di pazienti ricoverati in ospedale ha continuato a diminuire. Ma nel Nord Ovest, particolarmente colpito dalla variante B.1.617.2, iniziano a salire i ricoveri ospedalieri. Con questo recente aumento dei casi, le prossime due settimane saranno cruciali per vedere se e di quanto tornerà a crescere la curva dei contagi e delle ospedalizzazioni.

 

Articolo PrecedenteFlorida, tre uomini armati sparano sulla folla prima di un concerto a Miami: 25 feriti e 2 morti
Prossimo ArticoloGreen pass europeo, le ultime novità sul certificato Covid per viaggiare in Europa
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.