Napoli, aggredito mentre suona in strada per pochi spiccioli: gli hanno rotto la chitarra

0
Napoli, aggredito mentre suona in strada per pochi spiccioli.

Napoli, aggredito mentre suona in strada per pochi spiccioli: gli hanno rotto la chitarra. Un ragazzo di colore che spesso suona in strada nel centro di Napoli è stato improvvisamente aggredito: qualcuno gli ha completamente distrutto la chitarra, che lui utilizza per raggranellare qualche spicciolo. La foto del ragazzo che stringe la sua chitarra rotta ha fatto il giro dei social e generato centinaia di commenti indignati.

Qualcuno lo ha aggredito, distruggendogli la sua chitarra, il suo mezzo di sostentamento, che suona spesso per le strade del centro di Napoli per raggranellare qualche spicciolo. Vittima dell’aggressione un ragazzo di colore che, come detto, suona per le strade della città in cambio di qualche euro: la denuncia, avanzata oggi attraverso il web, e accompagnata dalla foto del ragazzo che stringe tra le mani la sua chitarra distrutta, ha fatto il giro dei social network e ha collezionato centinaia di commenti.

La denuncia è stata ripresa anche dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che riporta le parole di una delle persone che ha denunciato l’aggressione: “Stamattina ho trovato questo ragazzo di cui non conosco il nome, ma conosco la sua gioia, positività ed educazione che lo distinguono… Stava suonando e un uomo l’ha aggredito e gli ha rotto la chitarra che è il suo mezzo di sostegno… In un periodo del genere certo che bisogna essere disumani per aggredire una persona tanto dolce, che nonostante la miseria continua a sorridere”.

Tantissimi, come detto, i messaggi degli utenti, indignati per l’aggressione subita dal ragazzo. In molti, poi, hanno chiesto come mettersi in contatto con il ragazzo per donargli o comprargli un’altra chitarra. “Se qualcuno sa come contattare questo ragazzo, mi faccia sapere, disponibile a comprargli la chitarra subito, grazie” è solo uno dei tanti commenti che sono apparsi ai vari post pubblicati su Facebook che denunciano quanto accaduto al ragazzo e che lo ritraggono, triste, con la sua chitarra rotta tra le mani.

Una chitarra nuova per Joseph, il ragazzo aggredito per strada a Napoli mentre suonava. Si chiama Joseph il ragazzo di colore che, ieri, è stato aggredito improvvisamente in strada a Napoli mentre suonava la chitarra, in cambio di pochi spiccioli: gli hanno rotto lo strumento musicale, che qualcuno però oggi gli ha ricomprato, consegnandoglielo personalmente. La storia di Joseph, ieri, ha sollevato molta indignazione sul web e, in molti, si erano proposti di comprargli una nuova chitarra.

Tantissime persone, centinaia, nel leggere la sua storia, si erano proposte di comprargli o regalargli una nuova chitarra. Si conclude con un lieto fine la storia di Joseph, il ragazzo di colore che ieri è stato improvvisamente aggredito in strada a Napoli, mentre suonava la chitarra in cambio di pochi spiccioli; proprio lo strumento musicale era stato oggetto dell’aggressione, visto che la chitarra è stata completamente distrutta. Qualcuno, oggi, ha tenuto fede alla sua parola e ha comprato una nuova chitarra a Joseph, consegnandogliela personalmente. La foto del ragazzo sorridente che stringe in mano la sua chitarra, in piazza del Gesù, nel cuore di Napoli, ha fatto questa mattina il giro del web, al pari della denuncia della sua aggressione, che ieri era stata analogamente condivisa sui social, sollevando centinaia di commenti e reazioni indignate.

La foto che ritrae Joseph che stringe tra le mani la sua chitarra distrutta, infatti, ieri ha fatto il giro del web. “Stamattina ho trovato questo ragazzo di cui non conosco il nome, ma conosco la sua gioia, positività ed educazione che lo distinguono… Stava suonando e un uomo l’ha aggredito e gli ha rotto la chitarra che è il suo mezzo di sostegno… In un periodo del genere certo che bisogna essere disumani per aggredire una persona tanto dolce, che nonostante la miseria continua a sorridere”. Questo è uno dei tanti post che sono comparsi sui social per denunciare quanto accaduto, ripreso anche dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. Tantissime, come detto, anche le reazioni dei cittadini, che si sono chiesti il perché di tanta violenza.

Articolo PrecedenteChiara Ferragni ha partorito: è nata Vittoria Lucia Ferragni, seconda figlia di Fedez dopo Leone
Prossimo ArticoloMultata dalla polizia per aver denunciato l’ex per stalking, viene uccisa barbaramente dall’uomo
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.