Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito: lo aveva provato già due volte

0
Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito

Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito: lo aveva provato già due volte. La storia di una giovane sposa indiana trovata morta in casa sua per un morso di cobra, in realtà dietro l’attacco si nascondeva un ben più grave caso di femminicidio.

Un amore e un matrimonio spezzato per sempre dall’intervento esterno di un serpente che con un morso velenoso aveva tolto la vita alla giovane donna, è quello che voleva far credere il marito di Uthra, una giovane sposa indiana trovata morta in casa sua, ma in realtà dietro quella che poteva essere una straziante storia ma senza colpevoli si nascondeva un ben più grave caso di femminicidio. La storia arriva dallo stato indiano del Kerala dove la 25enne fu trovata morta nel suo letto nella primavera dello scorso anno con il braccio sinistro macchiato di sangue. Un’autopsia ha confermato che era stata morsa ore prima da un serpente, un cobra altamente velenoso, al cui presenza no è rara in India.

Qualcosa in quella ricostruzione però non convinceva i familiari della ragazza che hanno chiesto ulteriori indagini presentando una denuncia alla polizia. Solo grazie alla loro caparbietà alla fine è emersa l’agghiacciate verità. Come ora ha stabilito un tribunale, non era affatto stato un incidente: a mettere quel serpente nel letto era stato proprio il marito della 25enne, il 28enne Suraj Kumar, che aveva pianificato il suo assassinio. Un crimine “diabolico e orribile”, come lo ha definito il giudice che ha condannato l’uomo all’ergastolo, e che aveva rischiato di non essere mai scoperto e punito.

Secondo i documenti del tribunale, l’uomo stava pianificano la morte della consorte già da mesi e ci aveva già provato usando sempre un serpente come arma. Dopo aver acquistato una letale vipera di Russell, aveva lasciato il serpente sulle scale di casa chiedendo alla moglie di andare a prendere il telefono al primo piano. In quel caso però la donna si era accorta del serpente e aveva lanciato l’allarme ma tutti credevano fosse un incidente. Lo stesso serpente però pochi giorni dopo era entrato di nuovo durante la notte mentre la donna dormiva. Uthra però si era svegliata urlando ed era stata poi salvata in ospedale.

Uthra ha trascorso 52 giorni all’ospedale per riprendersi dal morso di vipera. Il 6 maggio, appena 15 giorni dopo che la donna aveva lasciato l’ospedale, l’uomo ci ha riprovato di nuovo, questa volta con un cobra, non prima di aver sedato la moglie. Secondo la sentenza, Kumar aveva sposato Uthra “a scopo di lucro”. I primi mesi di vita matrimoniale sembravano però felici e la coppia aveva avuto anche un figlio poi l’uomo ha iniziato a chiedere sempre più soldi alla famiglia della sposa sostenendo che i suoi problemi di apprendimento erano più gravi del previsto e ha iniziato a tramare la sua morte.

Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito

Articolo PrecedenteEscono per una sigaretta e se ne vanno senza pagare: il bar mette le loro foto sui social
Prossimo ArticoloCagliari, è scomparsa una bambina di 11 anni. La mamma: “Aiutatemi a ritrovare Alexandra”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.