Morta dopo vaccino AstraZeneca: “Camilla fu dimessa con piastrine basse e senza terapia”

0
Morta dopo vaccino AstraZeneca.

Morta dopo vaccino AstraZeneca. Continuano le indagini sulla morte di Camilla Canepa, la 18enne ligure morta per emorragia cerebrale 9 giorni dopo aver ricevuto la dose di vaccino Covid AstraZeneca. Secondo gli investigatori, la giovane fu dimessa dall’ospedale di Lavagna il 4 giugno con ancora le piastrine basse e solo dopo una notte di osservazione. Ma è giallo anche sulla Tac effettuata senza liquido di contrasto nonostante le linee guida Aifa.

Continuano le indagini sulla morte di Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni di Sestri Levante morta 9 giorni dopo avere ricevuto il vaccino AstraZeneca in un Open Day. In particolare, i riflettori sono puntati al momento su quello che è successo all’ospedale di Lavagna, dove la ragazza si recò per la prima volta il 3 giugno, prima di essere trasferita all’ospedale San Martino di Genova, dove si è verificato il decesso. Secondo quanto rilevato dagli inquirenti, infatti, la giovane fu dimessa dall’ospedale di Lavagna il 4 giugno con ancora le piastrine basse e solo dopo una notte di osservazione.

Un particolare che fa pensare agli investigatori dei Nas, coordinati dai pm Francesca Rombolà e Stefano Puppo insieme all’aggiunto Francesco Pinto, che i medici non le somministrarono alcuna terapia come invece previsto dai protocolli. Dalle linee guida Aifa pubblicate il 26 maggio, emerge che in caso di piastrinopenia dopo il vaccino i pazienti debbano essere trattati con immunoglobine e steroidi. Ma i dubbi riguardano non solo la patologia di Camilla, che la famiglia ha smentito. Si sta indagando anche sulla Tac a cui è stata sottoposta dopo la trombosi, che è stata effettuata senza liquido di contrasto. Anche in questo caso, ciò sembrerebbe andar contro alle indicazioni diffuse dall’Aifa per chi ha una trombosi dopo il vaccino.

Il documento in questione è stato emesso dall’Agenzia italiana del farmaco il 26 maggio scorso, in materia appunto di “complicanze tromboemboliche post-vaccinazione anti Covid 19 con Vaxzevria-AstraZeneca”. Nel testo, per un totale di 11 pagine, si legge: “Nel sospetto di trombosi dei seni venosi cerebrali l’esame di prima scelta è oggi l’angio-Tac, indicando al medico neuroradiologo il medesimo sospetto clinico così da poter studiare correttamente, con il mezzo di contrasto, i distretti venosi”. Cosa che non sarebbe stata fatta. L’indagine per omicidio colposo resta al momento a carico d’ignoti, sebbene non siano esclusi avvisi di garanzia nelle prossime settimane. Martedì il medico legale Luca Tajana e l’ematologo Franco Piovella hanno eseguito l’autopsia che ha confermato la morte per emorragia cerebrale della 18enne. I due specialisti hanno ora 90 giorni per il completamento degli esami (istologici in primis) a valle dei quali consegneranno una relazione ai pubblici ministeri.

 

Articolo PrecedenteLitiga col marito e lo uccide versandogli addosso acqua bollente con zucchero mentre dorme
Prossimo ArticoloLecce, bimbo di 5 mesi picchiato e denutrito finisce in ospedale: indagata la madre
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.