Monte Rosa, Martina e Paola al freddo e senza guanti sono morte assiderate davanti all’amico

0
Monte Rosa, Martina e Paola al freddo e senza guanti sono morte assiderate davanti all’amico.

Monte Rosa, Martina e Paola al freddo e senza guanti sono morte assiderate davanti all’amico. Martina e Paola sono morte assiderate sul Monte Rosa, a 4mila metri di altezza. Le due alpiniste sono state sorprese dal maltempo e i soccorsi, che hanno cercato di raggiungerle nel minor tempo possibile, non hanno potuto salvarle. Con loro anche un amico 27enne, Valerio Zolla, unico sopravvissuto alla tragedia.

Martina Svilpo e Paola Viscardi sono morte sul Monte Rosa, bloccate a causa del maltempo a 4.150 metri di altezza, sotto la Pyramide Vincent. Le due, giovanissime ed entrambe amanti della montagna, avevano ripreso le loro escursioni da qualche mese dopo il lungo periodo di lockdown. Martina e Paola hanno vissuto quasi tutte le loro avventure ad alta quota insieme. Una squadra perfetta, scrivevano sui social, che aveva dovuto allontanarsi durante il periodo di maggiori restrizioni dovute al Covid. Martina e Paola si erano ripromesse di tornare in montagna subito dopo il lockdown. Così avevano deciso di partire per una nuova avventura e a loro si era unito anche un altro amico scalatore, Valerio Zolla, unico sopravvissuto alla tragedia. Il maltempo, arrivato improvvisamente, ha bloccato i tre a quasi 5mila metri di altezza. Il 27enne ha raccontato di aver ceduto i suoi guanti alle amiche, per evitare che congelassero. I suoi sforzi, però, sono stati vani perché le due giovani sono decedute per assideramento.

Paola viveva a Bellinzona, dove lavorava come insegnante. Era professoressa di biologia in un liceo del canton Vallese e appena aveva l’occasione partiva verso le vette più alte con l’amica del cuore.  Le due erano in procinto di partire per il cammino di Santiago in estate e per affrontarlo al meglio cercavano di mantenersi in allenamento con lunghe quanto difficili escursioni ad alta quota.

Il maltempo e il tentativo di salvarle
“In cinque minuti il tempo è cambiato – ha raccontato Valerio Zolla, ricoverato all’ospedale di Zermatt ma in buone condizioni di salute, al quotidiano La Stampa -. La bufera ci ha bloccati in alta quota. Vi lascio immaginare come sto. Ricordo il freddo terribile e so di essermi tolto i guanti per darli a una delle due ragazze. Ho fatto il possibile per aiutare i soccorritori ma non ce l’abbiamo fatta”. Paola e Martina sono morte assiderate durante la notte dopo essere rimaste bloccate a 4mila metri di altezza. Le condizioni meteo hanno reso difficili le operazioni di soccorso nella nottata di sabato scorso. Il Soccorso alpino valdostano ha dovuto raggiungere a piedi la vetta ma purtroppo per le due non c’è stato nulla da fare.

Monte Rosa, Martina e Paola al freddo e senza guanti sono morte assiderate davanti all’amico.

Articolo PrecedenteChi è il killer di Chiara Gualzetti e cosa vuol dire che è un narcisista maligno
Prossimo ArticoloDonna trovata morta in casa a Livorno con una ferita alla testa, fermato il marito
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.