Monitoraggio ISS: “Contagi in aumento tra i giovani, diffusa presenza di variante inglese in Italia”

0
Monitoraggio ISS: “Contagi in aumento tra i giovani, diffusa presenza di variante inglese in Italia”.

Monitoraggio ISS: “Contagi in aumento tra i giovani, diffusa presenza di variante inglese in Italia”. Il Presidente ISS Silvio Brusaferro: “Stiamo osservando che sono soprattutto le popolazioni più giovani a contrarre il virus”. Giovanni Rezza: “Ci sono segnali che devono farci prestare grande attenzione, siamo preoccupati per la diffusione delle varianti virali a livello nazionale. Dobbiamo assolutamente accelerare la campagna vaccinale”.

Il virus è tornato a circolare con maggior forza in Italia, di conseguenza c’è stato un aumento dei contagi in alcuni territori causati dalle varianti del coronavirus. È quanto hanno dichiarato il professor Silvio Brusaferro – presidente dell’Iss – e il collega Giovanni Rezza – Direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute – nel corso dell’odierna conferenza stampa dedicata al monitoraggio dell’andamento dell’epidemia in Italia. Brusaferro ha sottolineato che “vi è stato un aumento dei casi” e che la situazione “è molto delicata”. L’indice Rt nazionale si è infatti assestato a 0.95, di poco inferiore alla soglia critica di 1 ma con alcuni territori in cui la circolazione è molto più alta e questo indicatore è decisamente superiore alla media. “Stiamo osservando che sono soprattutto le popolazioni più giovani a contrarre il virus. È un trend che si sta sviluppando anche in altri paesi europei e che sarà oggetto di studi approfonditi”, ha dichiarato Brusaferro, aggiungendo che nelle ultime settimane si sta assistendo a una stabilizzazione dei ricoveri in terapia intensiva, sebbene la proiezione nei prossimi 30 giorni sia in aumento”. Insomma, la situazione è estremamente delicata e secondo il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità è necessario mantenere e in alcuni casi rafforzare le misure di mitigazione, oltre che potenziare la campagna di vaccinazione. A tal proposito una buona notizia: “Si sta riducendo il numero di operatori che si infettano, il decremento è rilevante ed è segnale dell’impatto della vaccinazione massiva sui sanitari. Il vaccino si conferma uno strumento importante per convivere col virus”.

Rezza: “Variante inglese diffusa in Italia al 17,8%”

Il professor Giovanni Rezza ha fatto il punto sulle varianti in circolazione in Italia. “Ci sono segnali che devono farci prestare grande attenzione, siamo preoccupati per la diffusione delle varianti virali a livello nazionale. Dobbiamo assolutamente accelerare la campagna vaccinale”. Il dirigente del Ministero della Salute ha sottolineato come la variante inglese sia la più diffusa ed abbia innescato due preoccupanti focolai nel perugino e in provincia di Chieti. “Stiamo conducendo uno studio su 3.984 tamponi raccolti il 4 e 5 febbraio e abbiamo rilevato finora 495 varianti inglesi di coronavirus. Tale ceppo è diffuso a livello nazionale al 17,8 per cento, con differenze anche significative tra alcune regioni ed altre”. Ciò, secondo rezza, rappresenta una buona notizia. “Significa che l’epidemia da variante inglese non è matura ma che circola da poco tempo. Siamo riusciti a individuarla precocemente, in altri paesi la prevalenza è maggiore”.

Articolo PrecedenteNonna Rosina uccisa dal nipote 20enne, pm: “Madre e figlio lo avevano premeditato da giorni”
Prossimo ArticoloLivia e Ivo festeggiano San Valentino a 90 anni, dopo essere sopravvissuti al Covid
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.