Mistero in Uzbekistan: Giorgio, 27 anni, trovato morto in casa

0
Mistero in Uzbekistan: Giorgio, 27 anni, trovato morto in casa

Mistero in Uzbekistan I familiari non riuscivano più a contattarlo, poi la drammatica notizia. Partito per l’Australia, viveva all’estero da anni. Da circa tre mesi era nella capitale Tashkent. Ancora non c’è chiarezza sulle cause della morte, anche se i primi riscontri medici avrebbero riferito di decesso naturale.

La famiglia non riusciva più ad avere sue notizie ormai da qualche giorno e così, si è rivolta alle autorità locali per scoprire cosa era accaduto al loro figlio. La risposta è stata drammatica. Giorgio Gheno, 27enne  che era da poco più di 3 mesi all’estero in Uzbekistan, è stato trovato morto nell’appartamento della capitale Tashkent dove viveva. Ancora non c’è chiarezza sulle cause del decesso. Come scrive “La Tribuna di Treviso” la tragica notizia della scomparsa del giovane si è subito diffusa a Bessica di Loria, frazione dove Giorgio era nato e dove vive la sua famiglia: mamma Anna Rosa, papà Giuliano e i due fratelli Laura e Renato.  La famiglia si è chiusa nel silenzio ponendio un cartello davanti al portone di casa: “Desideriamo restare soli con il nostro dolore. Lutto in famiglia”, ma tutto il paese è sotto choc.

Chi era Giorgio Gheno
Seppur giovanissimo Giorgio da anni viveva all’estero. Prima in Australia e poi nell’ex repubblica sovietica. Nel suo passato la passione per il fitness, il body building e la cura del corpo. Alto un metro e novanta, godeva di ottima salute afferma chi lo conosceva bene. I primi riscontri medici avrebbero riferito di morte naturale, ma sarà probabilmente eseguita l’autopsia per chiarire la causa del decesso. L’ambasciata italiana in Uzbekistan ha preso in carico il caso e si tiene in contatto coi genitori di Giorgio. Per il rimpatrio della salma potrebbero volerci diversi giorni.

 

Articolo PrecedenteCatania, tenta di uccidere i genitori con coltello e cacciavite: la mamma rischia la vita
Prossimo ArticoloRoma, in ospedale per una colica renale dimessa muore dopo due giorni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.