“Mio figlio autistico chiuso nella palestra della scuola dagli insegnanti”, la denuncia della mamma

0
“Mio figlio autistico chiuso nella palestra della scuola dagli insegnanti”, la denuncia della mamma.

“Mio figlio autistico chiuso nella palestra della scuola dagli insegnanti”, la denuncia della mamma. La Procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo per appurare quanto accaduto a un 14enne autistico, trovato dai genitori nella palestra della scuola, la Karol Wojtyla di Castellammare di Stabia, nudo e sporco dei suoi stessi escrementi. I genitori hanno sporto denuncia, secondo loro sarebbe stato lasciato chiuso per parecchio tempo da solo nel locale.

Completamente nudo, solo, sporco dei suoi stessi escrementi. Così lo hanno trovato i genitori, nella palestra della sua scuola, l’istituto comprensivo 5° Karol Wojtyla. Storia tutta da chiarire, quella che arriva da Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, e che coinvolge un ragazzino di 14 anni, affetto da disturbo dello spettro autistico e disabilità intellettiva. Quello che è successo prima, dovranno appurarlo gli inquirenti: la Procura di Torre Annunziata ha aperto una inchiesta in seguito alla denuncia dei genitori, assistiti dagli avvocati Alfonso Vozza e Bianca Vanacore.

La vicenda risale al 30 settembre. Sono le 11:30 quando ai genitori arriva una telefonata da una operatrice della cooperativa che accompagna il ragazzo nel tragitto dall’istituto a casa. La donna dice che il ragazzo “è tutto sporco” e che devono andare a scuola. Poco dopo una seconda chiamata, questa volta da parte della segreteria del comprensivo di via Traversa Tavernola che, genericamente, chiede di raggiungere l’istituto perché “è successa una cosa al bambino”.

Quando i due finalmente arrivano, la scena che si trovano davanti è terribile: il 14enne è da solo in palestra, non ha più i vestiti addosso ed è sporco di escrementi. Il padre cerca di pulirlo alla meglio, per la rabbia scaraventa una sedia contro il muro; la madre riprende col cellulare i vestiti e le scarpe lasciati a terra, gli escrementi e gli avanzi della merenda, poi urla verso gli insegnanti e il dirigente scolastico. La situazione ritorna sotto controllo soltanto quando arrivano i carabinieri. Secondo i genitori il ragazzino, che sarebbe comunque in grado di farsi capire e di provvedere autonomamente ai propri bisogni e all’igiene personale, sarebbe stato lasciato a lungo chiuso nella palestra, forse per l’incapacità di gestire una situazione problematica come la sua.

Diversa la versione della scuola, come racconta Il Mattino, secondo cui il 14enne quella mattina avrebbe avuto una crisi e per questo sarebbe stato portato in palestra, unico locale dove ci sono spazi ampi, per evitare che danneggiasse le aule come avrebbe già fatto in passato; si sarebbe spogliato da solo, riuscendoci nonostante i tentativi degli insegnanti di rivestirlo, perché nonostante la giovane età molto grosso fisicamente: è alto circa un metro e novanta e pesa oltre 100 chili.

Articolo Precedente“Omosessualità è brutta malattia” e colpisce a calci e pugni lo studente: prof di Assisi condannato
Prossimo ArticoloAfghanistan, kamikaze in una moschea sciita a Kunduz: 60 morti e oltre cento feriti
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.