Attimi di paura a Milano dove un uomo si è scagliato contro due anziani colpendoli con calci e pugni e ferendoli gravemente. Le due aggressioni sono avvenute nel pomeriggio di domenica 30 giugno da parte di un 31enne di origini egiziane residente in zona San Siro: l’uomo li avrebbe picchiati senza motivo, procurando loro lesioni gravi.

Doppia aggressione nel pomeriggio di domenica 30 giugno a Milano dove due anziani sono stati aggrediti e malmenati da un uomo, un 31enne di origini egiziane, poi fermato dalla polizia dopo una breve fuga. Tutto è iniziato poco dopo le 16.30 quando l’uomo, mentre transitava in via delle Forze Armate in zona Baggio, si è improvvisamente scagliato verso un signore di 70 anni che stava passeggiando in strada: dopo avergli strappato il bastone per tende che l’anziano aveva tra le mani lo ha colpito ripetutamente fino a provocargli diverse fratture e lesioni al volto oltre che agli altri superiori. Poi è fuggito lasciando il malcapitato a terra dolorante: alcuni passanti hanno assistito alla scena e hanno allertato le forze dell’ordine che si sono precipitate sul posto. L’aggressore però era già riuscito a fuggire, pronto a ripetere l’aggressione ai danni di una seconda persona.

Il 31enne è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio e lesioni gravi
Giunto in via Cascina Bellaria infatti, in zona San Siro, dopo circa un’ora dalla prima aggressione, il 31enne si è scagliato contro un ottantenne: l’anziano è stato colpito con una bicicletta che l’uomo gli ha tirato contro. Dopodiché l’anziano è stato colpito con calci e pugni. Anche in questo caso alcuni passanti hanno allertato le forze dell’ordine e attirato l’attenzione di una pattuglia della polizia locale che transitava in zona: gli agenti si sono precipitati sul posto e hanno fermato l’aggressore. Poco dopo sono sopraggiunti anche gli agenti di polizia che erano sulle sue tracce a seguito della prima aggressione. L’uomo, regolarmente in Italia e residente in zona San Siro, non ha saputo dare una spiegazione dei suoi gesti, avrebbe accennato a dei presunti debiti che gli anziani avevano con lui, storia che però non ha convinto gli agenti: dai controlli successivi è poi emerso che il 31enne ha precedenti per reati legati all’immigrazione, minacce e violenza in famiglia. Arrestato con le accusa di tentato omicidio e lesioni gravi, è stato portato a San Vittore in attesa di processo.