Teneva nascosti parecchi grammi di shaboo, una potente metanfetamina, nella casa dell’anziana che accudiva a Milano. Una badante di 58 anni già nota alle forze dell’ordine è stata arrestata dalla polizia. Nella sua stanza in casa della donna di 88 anni teneva anche un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Lavorava come badante a casa di un’anziana, ma nelle stanza che le era stata assegnata teneva nascosti parecchi grammi di shaboo, la potente metanfetamina conosciuta anche come crystal meth. Lo ha scoperto la polizia, che ha perquisito l’appartamento in via Omodeo, alla periferia ovest di Milano, dove la badante viveva con una donna di 88 anni.

Shaboo nascosto in casa dell’anziana che accudiva: arrestata una badante
Gli agenti hanno trovato sulla scrivania un involucro con 0.9 grammi di stupefacente, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Altri 9,2 grammi della stessa sostanza erano nascosti in un cassetto e 11 grammi nella borsa. La donna, una cittadina filippina di 58 anni già nota alle forze dell’ordine per detenzione di shaboo a fini di spaccio, è stata arrestata. Dopo l’arresto della donna i poliziotti hanno contattato il figlio dell’88enne, avvisandolo che la madre era rimasta senza assistenza.

Fermate altre due donna: in tasca 7 grammi di droga
Nella giornata di, giovedì 23 gennaio, la polizia ha arrestato anche altre due donne filippine di 51 e 30 anni. Gli agenti monitoravano la zona di piazza Durante, a Casoretto, uno dei centri di spaccio di shaboo. Hanno così notato le due donne scendere da un taxi e dirigersi a piedi in direzione di piazzale Loreto, per poi prendere un secondo taxi. I poliziotti le hanno seguite fino in via Mambretti, dove sono entrante in uno stabile. A quel punto è scattato l’intervento. Le due donne sono state trovate con addosso e nelle borsa 7 grammi di shaboo divisi in 11 involucri. Entrambe pluripregiudicate, sono state arrestate per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.