Migranti, Salvini insiste: ‘Porti chiusi alle ong, anche per rifornimenti’

0

‘Per loro Italia solo in cartolina’. Gentiloni: ‘Zero vincoli, è la linea di Visegrad’

Le navi delle Ong ‘non vedranno più l’Italia se non in cartolina’. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini a ‘Circo Massimo’ su Radio Capital ribadendo il no all’accesso ai porti per le navi umanitarie. Il ministro ha anche chiarito di non fidarsi delle parole, ‘vediamo che impegni concreti ci sono perché finora è sempre stato ‘viva l’Europa viva l’Europa, ma poi paga l’Italia’. Comunque, ha aggiunto ‘a Bruxelles qualcuno si è accorto di noi, hanno fatto mattina. Mi sembra che si sia portato a casa per il momento il 70% di quello che è stato richiesto’. Il ministro torna a chiedere al presidente francese Macron: ‘prima di darci lezioni, dovrebbe accoglierne altri novemila immigrati, finora ne ha presi 600. Fino a quel momento, non può aprire bocca’.

Gentiloni: ‘Zero vincoli, è la linea di Visegrad’  – “L’Ue ha passato la nottata. Meglio così. Ma da un anno l’Italia si batteva per ottenere impegni vincolanti e non su base volontaria. Ora invece ci affidiamo alla buona volontà, come chiesto da Visegrad. L’unico obbligo riguarda i movimenti secondari. Speriamo bene”. Lo scrive su Twitter l’ex premier Paolo Gentiloni, commentando i risultati del Consiglio europeo sui migranti

Minniti: incassati solo pagherò, difficile da riscuotere – “Mi sembra molto difficile che il vertice europeo apra una nuova fase su migranti. Abbiamo incassato solo dei pagherò difficili da riscuotere, il tempo dirà se si tratta di assegni in bianco”. Così l’ex ministro dell’Interno, Marco Minniti (Pd), a Radio anch’io commenta il vertice europeo e l’intesa sul dossier migranti. “Sul trattato di Dublino – prosegue – c’è un rinvio. Bisogna prima trovare il consenso per modificarlo: serve l’unanimità dei 28 paesi europei e questo è un macigno sul suo cambiamento. Sull’accoglienza, si deciderà in base a meccanismi volontari. Prima non funzionava l’obbligatorietà, figuriamoci la base volontaria. Mentre restano obbligatori i rimpatri verso il punto di prima accoglienza come l’Italia. Tirati fuori dall’isolamento dal nemico Macron, mica siamo stati aiutati dai paesi di Visegrad”.

Ungheria: ‘vittoria Visegrad, evitate quote obbligatorie: “Grande vittoria dei quattro Paesi Visegrad al vertice europeo. Assieme siamo riusciti ad evitare la ridistribuzione obbligatoria dei migranti. L’Ungheria non diventerà un Paese di migranti”. Così il ministro ungherese per le Politiche europee Szabolcs Takacs, sul suo profilo Twitter.

Articolo PrecedenteVitalizi, Falomi: “La logica di Fraccaro e Di Maio è da Stato totalitario”
Prossimo ArticoloSalvini: sui porti decido io. Il ministero dei Trasporti: la Guardia costiera fa capo a noi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.