Migranti: 850 morti nei primi due mesi dell’estate Sovranista.

0

La UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees) si è espressa: tra giugno e luglio 2018, nel Mediterraneo sono morte 850 persone.

La disperazione non ha confine, le migrazioni via mare, dopo la chiusura dei vecchi corridoi umanitari, pare siano l’unica via di fuga dai Lager nordafricani e non solo. La porta dell’Europa è via mare e il quadrante ovest del Mediterraneo il più sicuro; si fa per dire! Inizia ad apparire qualche sporadica informazione su un possibile traffico attraverso la Bosnia, ma ancora non si sa nulla di certo; di sicuro l’estate Sovranista (apostrofata così dall’Espresso e non solo) non darà spazio ad approfondimenti sul settore Adriatico.

Anche la Sardegna si sveglia dopo un lungo periodo di silenziosa ospitalità. I due parlamentari sardi, Cappellacci e Pittalis, presentano un decreto per bloccare la tratta Algeria-Sardegna, Montecitorio risponde affermativamente. Dalle dichiarazioni appare una visione lievemente distorta dell’intera faccenda, definendo i migranti come persone che non scappano da nessuna guerra. Poche ore dopo l’Ansa pubblica un titolo preoccupante: Bloccato nuovo sbarco. Fortunatamente si trattava solo di un barchino con dodici persone al largo delle coste cagliaritane. I 12 malcapitati, di origine algerina, sono ora ospitati nel centro di Monastir (CA).

Dagli alti palazzi della capitale le poltrone rimpiango i propri occupanti, impegnati in una campagna elettorale senza fine, tra comizi, incontri e un fiume di tweet. Il social media dall’uccellino azzurro è diventato la nuova Gazzetta Ufficiale. La Open Arms chiede aiuto e prontamente il nostro Ministro dell’Interno risponde: “Ovunque ma non in Italia”. Salvini, colui che colleziona Selfie con i fan e qualche ben servito dove poco stimato. Tra le sue ultime dichiarazioni anche l’annuncio di voler aumentare i tagli sulle quote di investimento pubblico destinate ai richiedenti asilo. Si parla di un dimezzamento della spesa, passando dai 35€ pro capite ai 17,50€. Tale taglio porterebbe ad un risparmio di circa 500 milioni di Euro, da reinvestire nelle forze dell’ordine. Affermazione alquanto pericolosa, data l’effetto che potrebbe avere. I famosi 35€ distribuiti dallo stato, è bene ricordare che non vengono elargiti come una paghetta ai tanti che sbarcano sulle nostre coste, ma bensì sono contributi messi a disposizione della macchina ricettiva posta in essere da ong e cooperative impegnate nell’accoglienza. Cooperative di varia natura, alcune delle quali coinvolte in maxiprocessi legati alla criminalità organizzata.

Tagliare anche su ricezione ed integrazione porterebbe, molto probabilmente, ad un investimento ben maggiore per mantenere pace e sicurezza sulle nostre coste e nelle nostre città.

Intanto la Spagna, nonostante le numerose affermazioni contrastanti, cerca di ripulirsi la coscienza dando approdo a numerose navi cariche di malcapitati, anche se a diversi giorni di navigazione dai punti di intercettazione.

Quanto accadrà nei prossimi mesi non ci è dato saperlo, la stampa si spacca al seguito di una nazione divisa. La manodopera agricola cala e il caporalato fa affari d’oro.

Articolo By Andrea Mignogna

Fiato Sprecato

Articolo PrecedenteMeteo: CALDO e TEMPERATURE al MAX, AFA da KO, ma fino a QUANDO? Ora vi SVELIAMO una novità
Prossimo ArticoloUniCredit: arriva lo stop alla pubblicità su Facebook
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.