Michael Antonelli morto a 21 anni, il Covid-19 gli ha dato il colpo di grazia

0
Michael Antonelli morto a 21 anni, il Covid-19 gli ha dato il colpo di grazia.

Michael Antonelli morto a 21 anni, il Covid-19 gli ha dato il colpo di grazia. Ciclismo in lutto per la morte di Michael Antonelli che aveva compiuto 21 anni il 30 novembre scorso. È deceduto all’ospedale di San Marino, dove era stato ricoverato per una grave crisi respiratoria provocata dal Covid-19. Ad agosto del 2018 fu protagonista del terribile incidente durante la 72esima edizione della Firenze-Viareggio.

Michael Antonelli aveva compiuto 21 anni il 30 novembre scorso. È morto all’ospedale di San Marino, dove era stato ricoverato per una grave crisi respiratoria provocata dal Covid-19. Le sue condizioni di salute sono apparse subito preoccupanti nonostante il trasporto nel Reparto di Terapia Intensiva. Sua madre, Marina, il fratello, Mattia, e i familiari gli sono rimasti accanto fino all’ultimo. Fino a quando l’espressione addolorata e le parole dei medici non hanno comunicato che il ‘loro ragazzo’ non ce l’aveva fatta. Il coronavirus ha dato il colpo di grazia al fisico del giovane ciclista che ad agosto del 2018 fu protagonista del terribile incidente durante la 72esima edizione della Firenze-Viareggio, classica per le categorie elite e Under 23.

Il calvario del giovane che correva per la Mastromarco Sensi Nibali e aveva scelto le due ruote per passione era iniziato due anni e mezzo fa, quando dopo 91 chilometri di corsa cadde in un dirupo della tappa toscana di San Marcello Piteglio (in provincia di Pistoia). Perse il controllo del veicolo al termine di una discesa, coinvolto nello scivolone assieme ad altri quattro ciclisti. Loro riuscirono a cavarsela con qualche livido, a lui andò peggio. Precipitò per una ventina di metri e l’impatto con il terreno fu violento.

Le conseguenze del colpo subito alla testa furono gravi: Antonelli andò in coma e da allora non è mai più riuscito a riprendersi. Venne immediatamente condotto all’ospedale Careggi di Firenze, dove restò ricoverato in Terapia Intensiva per un po’ di tempo. Era solo all’inizio di un percorso che avrebbe dovuto aiutarlo a tornare alla vita ‘normale: effettuò la riabilitazione prima nell’istituto di Montecatone (Imola) e poi al Centro di Riabilitazione Luce sul Mare di Torre Pedrera di Rimini. Il contagio e gli effetti del coronavirus gli hanno tolto l’ultima possibilità che aveva per lasciarsi alle spalle quel brutto incubo.

Articolo PrecedentePermessi per il femminicida, la sorella di Noemi: “Indegno, paghi il suo atto disumano”
Prossimo ArticoloIncidente sulla tangenziale di Milano, muoiono mamma, papà e sorellina: sopravvivono due fratelli
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.