Mi A2 e A2 Lite, Xiaomi sposa Android One. Cosa cambia

0

Uno punta sulla fotocamera e prestazioni bilanciate, l’altro sull’autonomia e uno stile accattivante in una fascia di prezzo estremamente agguerrita. Due soluzioni Android 8.1 Oreo sotto i 349 euro.

Continua lo sposalizio tra Xiaomi e Android One. Dopo Mi A1, è il turno della seconda generazione, che si sdoppia. L’azienda cinese, che recentemente ha fatto il suo debutto ufficiale in Italia, ha annunciato Mi A2 e A2 Lite.

Seguendo uno schema ormai diffuso tra gli smartphone, A2 è caratterizzato da una scheda tecnica più ghiotta: schermo da 5,99 pollici (2160 x 1080), processore Snapdragon 660, frontale da 20 megapixel, mentre la soluzione principale è composta da un doppio sensore (12 megapixel + 20 megapixel). Quest’ultimo non garantisce uno zoom ottico come Huawei P20 Pro o iPhone 8 Plus, ma viene usato dal sistema per arricchire i dettagli dei pixel: in scarse condizioni di luminosità dovrebbe poter garantire un passo in più.

content small mi a2

Molteplici le configurazioni per la memoria: la RAM va da 4 a 6 GB, mentre lo spazio per l’archiviazione oscilla tra 32 e 128 GB con un’opzione per 64 GB. Sotto la scocca trova spazio anche una batteria da 3.000 mAh. Il prezzo è interessante: si parte da 279,99 euro per 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna e si arriva a 349 euro per 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione. Spazio alla porta USB-C, ma niente jack per le cuffie.

I prezzi oscillano tra 279 a 349 euro a seconda della configurazione della memoria. Un costo che lo mette in diretta concorrenza con smartphone come Moto G6 Plus, che alla prova dei fatti si è dimostrato un dispositivo di carattere, e Wiko View 2 Pro, un’altra interessante offerta in una fascia di prezzo estremamente agguerrita.

Mi A2 Lite è più contenuto nelle prestazioni a fronte anche di un prezzo minore. Lo schermo, con formato 19:9, ha una diagonale di 5,84 pollici. Con una risoluzione di 2280 x 1080 ha una densità di pixel superiore rispetto al “fratello maggiore”: 432 ppi contro 403. La fotocamera posteriore si affida a un doppio sensore da 12 + 5 megapixel, il processore è uno Snapdragon 625 e la RAM non supera i 4 GB. Ridimensionata anche la fotocamera frontale: 5 megapixel.

content small mi a2 lite

Spazio, però, a una batteria più grande, da ben 4.000 mAh, che potrebbe essere la sua arma in più. Le stime parlano di 6 ore di gioco continuo e 34 ore di riproduzione musicale, ma bisognerà verificarle sul campo. Inoltre a differenza del Mi A2 ha uno slot di espansione della memoria fino a 256 GB. In Italia verrà commercializzato a 189 euro per 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna e a 229,90 euro per 4 GB di RAM e 64 GB di memoria integrata.

Curiosamente tra i due dispositivi cambia anche il design. Laddove Mi A2 offre uno stile più convenzionale, la versione Lite si affida all’ormai sdoganata tendenza alla “tacca” richiamando smartphone come iPhone X e Huawei P20. In un certo senso l’azienda cinese sembra aver voluto affidare al prodotto più economico una delle caratteristiche più criticabili nell’estetica mobile dell’ultimo anno.

Interessante, infine, la strategia di Xiaomi, che ha diversificato i due prodotti andando a scegliere bene la propria clientela. Da una parte, con Mi A2, chi cerca un prodotto completo, ma a un prezzo abbordabile; dall’altra, con l’edizione Lite, chi preferisce spendere meno ed è disposto a sacrificare qualcosa dal punto di vista fotografico e che sceglie la concretezza, grazie anche a un’autonomia superiore. Un prodotto che magari non disdegni neanche lo stile, una caratteristica che in questa fascia di prezzo spesso è sottovalutata.

L’adozione di Android One, poi, dovrebbe garantire aggiornamenti più rapidi e un’esperienza più pulita. Un’altra caratteristica che al giorno d’oggi può fare la differenza. Entrambi saranno disponibili dall’8 agosto.

Articolo PrecedenteAnche Italia a rischio incendi, 6 Regioni sono senza aerei
Prossimo ArticoloApple ha registrato un brevetto per il supporto delle lenti clip-on su iPhone
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.