Messina, abusa della nipotina di 14 anni. Il papà scopre le chat: arrestato zio 38enne

0
Messina, abusa della nipotina di 14 anni

Messina, abusa della nipotina di 14 anni. Il papà scopre le chat. Abusava della nipotina di 14 anni e di altre due ragazzine interne al nucleo familiare. A scoprire le violenze del 38enne è stato il padre di una delle tre vittime. L’uomo ha trovato alcuni messaggi da parte dell’arrestato e ha denunciato il tutto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato fermato con l’accusa di violenza su minori e portato in carcere.

Abusava delle sue 3 nipotine. Con l’accusa di violenza sessuale ai danni di minori, la Polizia ha arrestato a Messina un 38enne del posto. Gli agenti della Squadra mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip della città dello Stretto. A scoprire l’orrore, il papà di una delle ragazzine che ha trovato una chat sul cellulare della figlia. Dai messaggi si evincevano le attenzioni morbose da parte dello zio. Le dichiarazioni fornite poi dalle vittime hanno confermato una grave situazione di abusi secondo quanto confermano gli investigatori. Approfittando del legame di parentela, il 38enne ha iniziato a vessare le minori, abusando ripetutamente di loro. A tutte e tre ha intimato di mantenere il silenzio con i genitori.

Aveva individuato le sue vittime nell’ambito del nucleo familiare, consapevole di essere una persona insospettabile anche per i parenti. Invece a denunciarlo è stato proprio il padre di una delle ragazzine. Le inchieste sono partite in gran segreto con le testimonianze delle bambine come guida per le indagini. “L’uomo, approfittando della familiarità, non ha esitato a indirizzare le sue attenzioni sulle tre minori, abusandone ripetutamente – scrivono gli investigatori – e costringendole poi a mantenere il silenzio”. Sulla vicenda vige il riserbo assoluto per evitare di esporre le tre vittime, provate dalla vicenda. Le bambine sono state affidate inoltre alle cure di alcuni psicologi.

Secondo quanto si evince dalle chat, il 38enne avrebbe usato i legami familiari per chiedere alle ragazzine di ricevere foto e video. L’uomo manifestava esplicitamente le sue attenzioni morbose nei confronti delle tre inviando messaggi espliciti. Le bambine, forse per paura, non avevano mai raccontato quanto subito ai parenti. La scoperta casuale del genitore è avvenuta quando, preoccupato per il malessere della figlia, ha acceso il suo cellulare in cerca di indizi.

 

Articolo PrecedenteFabrizio Corona alla polizia che gli entra in casa: “Se mi rinchiudete di nuovo, mi taglio la gola”
Prossimo ArticoloCondannato dal clan per una relazione con la moglie di un camorrista: gli stavano scavando la fossa
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.