Menaggio, lo stupro delle due 17enni. Il barista: «Solo baci, io non c’entro»

0

Cuore della movida del lago di Como, invaso in estate da migliaia di turisti, Menaggio è «un paese sotto choc. Ora deve emergere la verità», dice il sindaco, Michele Spaggiari. Tre giovani sono in stato di fermo, mentre un quarto è ricercato

Cuore della movida del lago di Como, invaso in estate da migliaia di turisti, Menaggio è «un paese sotto choc», per dirla con le parole del sindaco. «Ci è crollato tutto addosso», aggiunge Michele Spaggiari, riferendosi alla violenza sessuale di gruppo subita da due ragazze di 17 anni, giovani in vacanza sul Lario abusate dal branco nella notte tra l’8 e il 9 agosto scorsi su una spiaggia del paese. Tre ragazzi sono in stato di fermo, mentre un quarto, moldavo, è tuttora ricercato dai carabinieri.

 Nicholas Pedrotti, 22 anni: uno degli accusati
Nicholas Pedrotti, 22 anni: uno degli accusati

«Siamo una comunità tranquilla, colpita profondamente da questa vicenda», dice il primo cittadino. Menaggio come Rimini e Jesolo, alla ribalta in questi giorni per analoghe vicende di cronaca. «La sequenza terribile di episodi che si sta verificando, in molti casi in località turistiche come Menaggio, rende maggiore l’eco di queste notizie — sottolinea il primo cittadino —. Abbiamo fatto tanti sforzi per garantire ancora maggiore tranquillità e rendere più accogliente una realtà che vive di turismo. Questo è un colpo per tutti». Spaggiari confida nella giustizia e invoca il silenzio. «Spero in un rispettoso silenzio, per tutelare le vittime innanzitutto — sottolinea —. La vicenda giudiziaria deve fare il suo corso, spero che siano accertate le responsabilità e che, in caso di colpevolezza, le pene siano severe».

Il sindaco di Menaggio, Michele Spaggiari
Il sindaco di Menaggio, Michele Spaggiari

I carabinieri della compagnia di Menaggio, ai quali sono affidate le indagini, in collaborazione con le forze dell’ordine europee proseguono le ricerche dell’unico accusato dello stupro di gruppo che ancora non è stato fermato, un moldavo che avrebbe lasciato l’Italia pochi giorni dopo la violenza. I tre fermati, in carcere al Bassone di Como con l’accusa di violenza sessuale di gruppo, compariranno domani davanti al giudice per l’interrogatorio di convalida. Nicholas Pedrotti, 22 anni, barista di Chiesa Valmalenco, in provincia di Sondrio, in servizio in un locale di Menaggio, è pronto a difendersi. «Risponderà sicuramente alle domande e non aveva alcuna intenzione di scappare — dice il suo legale, l’avvocato Francesco Romualdi —. Non ha commesso alcun tipo di violenza sessuale e lo ripeterà al giudice come ha già detto una decina di giorni fa, quando i carabinieri hanno perquisito la sua abitazione e ha saputo di essere indagato».

Pedrotti conferma l’incontro con le due 17enni, la notte tra l’8 e il 9 agosto scorsi e anche «un approccio» con una delle due. «Baci ed effusioni», avrebbe spiegato il ragazzo, che poi però dice di essersi allontanato. «Le ragazze sono rimaste con gli altri tre ancora per quasi un’ora e il mio assistito non sa cosa sia successo». Pedrotti conosceva bene gli altri due fermati, ventenni uno di origine albanese e l’altro eritreo, che lavoravano con lui. Ma non il moldavo. «Era arrivato da pochi giorni — conclude il legale —. Era il fratello di una collega, sembra che non sapesse neppure l’italiano». Il ragazzo avrebbe lasciato l’Italia prima di Ferragosto, pochi dopo la notte di violenza sulla spiaggia di Menaggio.

 

Articolo PrecedenteAriana Grande: molestie in diretta ai funerali di Aretha Franklin – VIDEO
Prossimo ArticoloMatteo Salvini, il sinistro pubblica contro di lui questa foto. Ma la figlia del “nero” lo umilia
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.