Mattia, baby calciatore, muore d’infarto a 11 anni. Lutto a San Giorgio a Cremano, nella provincia di Napoli, per la morte di Mattia, baby calciatore della città, colpito da un infarto a soli 11 anni. Il bambino, qualche giorno fa, era stato colpito dal malore, ma purtroppo non ce l’ha fatta: la tragica notizia della sua morte è stata data dal sindaco Giorgio Zinno.

Il suo sogno più grande era quello di fare il calciatore e, sin da piccolissimo, si era impegnato per realizzarlo. Un sogno stroncato troppo presto, prestissimo, a soli 11 anni, da un infarto. San Giorgio a Cremano, cittadina della provincia di Napoli, è in lutto per la morte di Mattia, stroncata da un malore che l’ha colpito qualche giorno fa: in molti hanno sperato che si riprendesse, e invece purtroppo il piccolo non ce l’ha fatta ed è deceduto a 11 anni. A dare la tragica notizia alla cittadinanza è stato il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, che su Facebook ha scritto:

Cari concittadini purtroppo Mattia non ce l’ha fatta. Abbiamo sperato in tanti che la piccola promessa del calcio locale, appena undici anni, si risvegliasse dopo essere stato colpito da un infarto.In questi giorni tramite il mister Vincenzo Neutro del San Giorgio calcio ricevevo le notizie sullo stato di salute del ragazzo che era descritto come un vero leone.Tanti hanno pregato per lui, la nostra comunità si è mostrata, ancora una volta, premurosa e solidale, ma non è bastato. A titolo personale e a nome dell’Amministrazione Comunale esprimo il massimo cordoglio e vicinanza alla famiglia. Non ci sono altre parole che possano lenire un dolore così grande

Soltanto lo scorso anno, nel febbraio del 2019, una tragedia simile sconvolse il centro di Napoli: un bambino di 13 anni, mentre stava giocando a calcetto in una struttura sportivo nei pressi di piazza Carlo III, si accasciò al suolo colpito da un malore. Il bimbo venne rianimato sul posto dai sanitari del 118 e poi trasportato d’urgenza all’ospedale San Giovanni Bosco, dove è purtroppo avvenuto il decesso.