Massacrata per un debito, gli assassini di Sonia Nacci presi grazie al figlio sedicenne

0
Massacrata per un debito, gli assassini di Sonia Nacci presi grazie al figlio sedicenne

Massacrata per un debito, gli assassini di Sonia Nacci presi grazie al figlio sedicenne. È stata la testimonianza del figlio sedicenne della vittima a permettere di arrestare gli autori del barbaro assassinio di Sonia Nacci, la donna deceduta all’ospedale di Brindisi il 22 dicembre scorso per le conseguenze di una crudele aggressione. Si tratta di Giovanni Vacca, di 40 anni, e il figlio Cristian, di 20, di Ceglie Messapica, residenti a duecento metri di Sonia. La donna sarebbe stata massacrata per un debito.

È stata la testimonianza del figlio sedicenne della vittima a permettere di arrestare gli autori del barbaro assassinio di Sonia Nacci, la donna deceduta all’ospedale di Brindisi il 22 dicembre scorso per le conseguenze di una crudele aggressione. Si tratta di Giovanni Vacca, di 40 anni, e il figlio Cristian, di 20, di Ceglie Messapica, residenti a duecento metri di Sonia. Il reato contestato a entrambi è quello di omicidio aggravato in concorso.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri la notte dell’aggressione Sonia sarebbe andata in casa dei due arrestati per comprare droga, ma a causa di un pregresso debito che avrebbe accumulato coi Vacca, sarebbe stata aggredita con una ‘mazzetta in ferro’, una sorta di martello da carpentiere. Sbattuta violentemente con la testa contro il muro, colpita a calci e pugni e ancora con il martello di ferro, Sonia è riuscita tuttavia a ritornare a casa. Una volta rientrata, tuttavia, le sue condizioni si sono aggravate ed è stata trasportata immediatamente in ospedale dove i medici hanno provato a salvare con un intervento chirurgico di asportazione della milza.

Tutto inutile, Sonia è morta per le conseguenze delle percosse ricevute. Poco prima di morire la Nacci aveva riferito ai medici di un’aggressione subita in strada, ma è stato il figlio, a cui evidenemente aveva rivelato di più, a condurre i carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni, unitamente a militari del Comando Provinciale di Brindisi e del Nucleo Cinofili di Modugno (Bari), sulle tracce dei responsabili. I due sono stati arrestati oggi al culmine di un’attività di indagine che ha potuto raccogliere numerosi elementi a loro carico, tra cui l’arma del delitto.

Articolo PrecedenteAbruzzo, dispersi 4 escursionisti sul Velino, partite le ricerche
Prossimo ArticoloCrisi di Governo, Giuseppe Conte si è dimesso da presidente del Consiglio
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.