Marta Novello si è svegliata. Il ricordo del suo aggressore: “Voleva rubarmi il portafoglio”

0
Marta Novello si è svegliata. Il ricordo del suo aggressore.

Marta Novello si è svegliata. Il ricordo del suo aggressore. L’ipotesi principale resta quella della rapina finita male. E, in tal senso, una prova sono le parole che la studentessa 26enne avrebbe rivolto lunedì, prima di perdere i sensi, ai due operai che l’hanno soccorsa: “Voleva rubarmi il portafoglio”. Resta da capire perché il quindicenne che l’ha aggredito avesse così bisogno di denaro.

“Voleva rubarmi il portafoglio”. Queste sarebbero state le poche parole che Marta Novello ha pronunciato di fronte ai due operai che l’hanno soccorsa, lunedì, poco dopo essere aggredita a coltellate da un ragazzino nelle campagne di Mogliano Veneto mentre faceva jogging. L’ipotesi principale resta dunque quella della rapina finita male. La studentessa 26enne è ricoverata nel reparto di terapia intensiva del Ca’ Foncello di Treviso. I medici hanno assicurato che è fuori pericolo e non ha riportato alcun danno neurologico. Anzi, “parla ed è lucida”. Ma, soprattutto è “perfettamente consapevole di quanto accaduto” e che “ricorda l’aggressione subita”. Un’ottima notizia se si considera che Marta nei giorni scorsi ha subito due interventi chirurgici (ai polmoni e agli arti). Il direttore della funzione ospedaliera dell’Usl 2, Stefano Formentini, è ottimista: “Nelle prossime ore scioglieremo la prognosi, per fortuna la paziente continua a migliorare”.

L’ipotesi della rapina

Le indagini stanno andando avanti per cercare un legame tra aggressore e aggredita: per questo motivo i carabinieri dell’Arma hanno sequestrato il cellulare e il portatile del ragazzo, che sarà inoltre sottoposto ad interrogatorio nei prossimi giorni.  Il ragazzino stesso, che al momento dell’aggressione si trovava in bicicletta, ha ammesso la tentata rapina ma è un movente che non convince al 100% gli investigatori. E in tal senso anche il padre di Marta ha manifestato dei dubbi. Resta da capire perché il quindicenne avesse un disperato bisogno di denaro. “Non abbiamo problemi economici — aveva raccontato sua madre al Corriere — e mio figlio non faceva uso di droghe, fumava solo qualche sigaretta”. La donna ha assicurato che il figlio era un ragazzo normalissimo, almeno fino all’anno scorso. Poi qualcosa è cambiato, a partire dal lockdown. “L’unica ipotesi che riesco a fare è questa: che il suo cervello abbia avuto una sorta di blackout”.

Articolo PrecedenteIL GOVERNO SOSPENDE LA ZONA GIALLA FINO AL 30 APRILE. DURO COLPO PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI IN SARDEGNA
Prossimo ArticoloIl governo imporrà l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.