Mani amputate e gogna per i ladri, nell’Afghanistan dei talebani tornano le punizioni in piazza

0
Mani amputate e gogna per i ladri, nell’Afghanistan dei talebani tornano le punizioni in piazza.

Mani amputate e gogna per i ladri, nell’Afghanistan dei talebani tornano le punizioni in piazza. Già da giorni i combattenti talebani hanno ripreso a praticare punizione che usavano comunemente in passato deridendo e umiliando i presunti ladri in pubblico ma ora la pratica diventerà sistematica prevedendo, nei casi ritenuti più gravi, l’amputazione delle mani e dei piedi. A confermarlo senza alcuna remora è Nooruddin Turabi, uno dei fondatori dei talebani e responsabile dell’applicazione della legge islamica nel Paese.

Picchiati, caricati su pick up e trascinati in piazza dove, legati, vengono umiliati ed esposti al pubblico ludibrio fino ad arrivate, nei casi ritenuti più gravi, all’amputazione delle mani e dei piedi, è la sorte che tocca ai ladri e ai piccoli delinquenti presi sul fatto nel nuovo Afghanistan dei talebani. I miliziani integralisti islamici tornano dunque al passato, ai brutali metodi già usati e tristemente famosi negli anni ’90, già ampiamente usati anche oggi nei piccoli villaggi riconquistati nel corso dei mesi e ora anche nelle grandi città come la capitale Kabul. Già da giorni i combattenti talebani hanno ripreso a praticare punizione che usavano comunemente in passato deridendo e umiliando i presunti ladri in pubblico ma ora la pratica diventerà sistematica. A confermarlo senza alcuna remora è Nooruddin Turabi, uno dei fondatori dell’organizzazione ed ex membro del precedente governo dei mullah.

Intervistato dalla Associated Press, Turabi ha usato toni decisamente diversi da quelli del portavoce dei talebani confermando come i leader del gruppo rimangano radicati in una visione del mondo profondamente conservatrice e intransigente. Turabi ha respinto l’indignazione occidentale per le esecuzioni del passato, che a volte avevano luogo davanti alla folla in uno stadio, spiegando che il nuovo governo si sta preparando a ripristinare le esecuzioni dei condannati per omicidio e le amputazioni delle mani e dei piedi dei condannati per furto, anche se forse non in pubblico. Lo stesso ex membro del governo talebano ha avvertito che si tratta di decisioni interne e che i talebani non tollereranno interferenze esterne degli occidentali.

Mani amputate e gogna per i ladri, nell’Afghanistan dei talebani tornano le punizioni in piazza.

“Tutti ci hanno criticato per le punizioni allo stadio, Noi non abbiamo mai detto nulla sulle leggi e le punizioni degli altri e nessuno ci dirà quali dovrebbero essere le nostre leggi. Seguiremo l’Islam e faremo le nostre leggi secondo il Corano”, ha dichiarato Turabi, che è responsabile dell’applicazione della legge islamica nel Paese. “Il taglio delle mani è molto necessario per la sicurezza”, ha aggiunto sostenendo che è un deterrente per i ladri. Una pratica molto in voga quando i talebani erano al potere 20 anni fa cos come le esecuzioni in pubblico per omicidio spesso eseguite con un colpo di arma da fuoco alla testa sparato da un membro della famiglia della vittima. A differenza del passato quando era la polizia religiosa a decidere, però, Turabi ha detto che questa volta saranno i giudici, comprese le donne, a giudicare i casi, ma il fondamento delle leggi afghane sarà il Corano.

Mani amputate e gogna per i ladri, nell’Afghanistan dei talebani tornano le punizioni in piazza.

 

 

Articolo PrecedenteStrage di Latina, il padre che uccise le figlie non doveva avere la pistola: indagati due medici
Prossimo ArticoloTrovato morto Giacomo Sartori, il ragazzo scomparso da sabato: si è impiccato
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.