Mancano le coperture. Intanto il governo pensa allʼintroduzione del reddito di emergenza e alla conferma del bonus per gli autonomi, che potrebbe salire anche oltre gli 800 euro

Fino al 14 aprile le Casse di previdenza private avevano ricevuto “454.541 domande” per il bonus da 600 euro, “di cui ammesse al pagamento 413.455”. Sono i dati inviati dall’Adepp (l’Associazione che riunisce venti Enti previdenziali, cui sono iscritti 1,6 milioni di professionisti) al governo. Nella lettera si lancia anche l’allarme coperture: al momento mancano 48 milioni di euro per poter accettare tutte le domande. Il governo è però già al lavoro per definire i dettagli economici del decreto di aprile. Tra le misure previste figurerebbero tutti i sostegni al reddito, dalla cassa integrazione ai congedi speciali, coperti fino a giugno, l’ntroduzione del reddito di emergenza e la conferma del bonus per gli autonomi, che potrebbe salire anche oltre gli 800 euro.