Maltempo Catania, muore annegato un uomo a Gravina: centro storico allagato dopo il nubifragio

0
Maltempo Catania, muore annegato un uomo a Gravina.

Maltempo Catania, muore annegato un uomo a Gravina. L’asfalto che si trasforma nel letto di un fiume la cui furia travolge tutto. È Catania in queste ore di allerta meteo rossa, la terza di questo genere negli ultimi tre giorni. Nel Comune di Gravina un uomo di 53 anni ha perso la vita dopo essere stato trascinato sotto l’auto. Si tratta della seconda vittima accertata di questa ondata di intensissimi temporali.

Il maltempo da allerta rossa fa un’altra vittima. A Gravina di Catania un uomo di 53 anni è morto dopo essere stato travolto dall’acqua che si è riversata sulla strada come un fiume in piena. Le immagini dei soccorsi, che abbiamo scelto di non diffondere, mostrano un’automobile grigia di traverso su una strada invasa dall’acqua piovana e un gruppo di uomini che tirano fuori dalla vettura un corpo già esanime. Secondo quanto si apprende, sono stati i volontari della Misericordia di Gravina i primi ad arrivare sul luogo dopo i residenti: hanno tentato la rianimazione cardiopolmonare, hanno allertato il 112, hanno fatto sì che arrivassero vigili del fuoco, polizia e carabinieri.

Un uomo di 53 anni è morto annegato
Al primo medico che è arrivato non è rimasto altro da fare che dichiarare il decesso. Un’altra vittima, come detto. La seconda accertata dopo Sebastiano Gambera, 67 anni, morto a Scordia dopo essere stato trascinato via dal fango. Sorte che, con ogni probabilità è toccata anche a sua moglie Angela, 65 anni, che non è ancora stata ritrovata nonostante le ricerche proseguano.

Chiusi i negozi, impraticabile l’aeroporto
Il sindaco di Catania Salvo Pogliese ha disposto, in accordo con la prefettura, la chiusura immediata di tutte le attività commerciali a eccezione delle farmacie e delle attività alimentari e che vendono beni di prima necessità. Secondo quanto si apprende, in poche ore sono caduti 150 millilitri di pioggia in poche ore. Una quantità enorme in una sola giornata. Disagi enormi anche per l’aeroporto: per il momento, i voli sembrano ancora regolari in partenza e in arrivo, ma le strade per arrivare allo scalo etneo e per uscirne sono impraticabili.

Via Etnea diventa un fiume, chiusa la tangenziale
Le immagini di Catania non lasciano spazio all’interpretazione: via Etnea, la strada più centrale del capoluogo etneo, trasformata in un fiume in piena come sempre in queste circostanze. La furia dell’acqua trascina le auto, le spinge contro i marciapiedi, i cittadini restano bloccati all’interno. I soccorsi fanno fatica a muoversi. La tangenziale è chiusa al traffico all’altezza di Gravina per allagamenti e dall’altro lato della città, nella zona di Vaccarizzo, il fiume Simeto ha di nuovo straripato. L’energia elettrica va e viene in diverse zone del capoluogo, il villaggio Santa Maria Goretti – non nuovo alle conseguenze estreme di questi fenomeni – è sommerso. Stessa sorte per piazza Borsellino, ex piazza Alcalà, di fronte al porto.

Allerta massima della Protezione Civile
I vigili del fuoco, in prima linea nell’emergenza, stanno affrontando centinaia di richieste di intervento. Alberi caduti, case allagate, automobili in balìa della furia dell’acqua. La situazione viene definita “di emergenza generalizzata ed estremamente critica”, e non sembra migliorare. Su Catania stanno convergendo rinforzi da tutti i comandi provinciali della Sicilia, a dimostrazione dell’eccezionalità del fenomeno. L’allerta della protezione civile è, come sempre, massima. Alle 16.30 è programmato un vertice in prefettura, con il capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina.

 

Articolo Precedente“Non ho green pass, mi hanno buttato fuori da ufficio”: Barillari termina attività in Regione Lazio
Prossimo ArticoloPerché toglieremo prima la mascherina e poi il green pass, secondo Sileri
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.