Maltempo a Palermo. Bomba d’acqua a Palermo, dove un violento nubifragio ha letteralmente sommerso parte della città, allagando strade e abitazioni. Due le persone che sono morte annegate nella propria vettura. Alcuni automobilisti, tra cui anziani, a nuoto hanno cercato di raggiungere un luogo sicuro, abbandonando i propri mezzi. Tra le zone più colpite via Messina Marine, con il Buccheri La Ferla allagato, e via Ugo La Malfa.

l maltempo sta mettendo in ginocchio il versante nord-orientale della Sicilia. In particolare, un violento nubifragio si sta abbattendo in queste ore su Palermo, dove si stanno verificando allagamenti e disagi, con traffico in tilt e auto completamente sommerse dalla pioggia battente. Due sono i morti: si tratta due persone rimaste intrappolate dentro alla loro macchina. Stanno intervenendo i sommozzatori dei vigili del fuoco nel sottopassaggio di via Leonardo da Vinci dove si trova l’auto. Secondo una prima ricostruzione le due vittime sono annegate dentro alla vettura che si è allagata. Due bambini sarebbero invece stati ricoverati per ipotermia.

Blackout e allagamenti: la situazione a Palermo

La situazione è critica: la stazione meteo dell’Osservatorio Astronomico ha registrato fino ad ora 79,4 mm, nuovo record per il mese di luglio nel capoluogo siciliano dal 1797 ad oggi. Tra le zone più colpite si segnalano via Messina Marine, con il Buccheri La Ferla allagato, e via Ugo La Malfa, ma circa 200 segnalazioni ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine sono arrivate nel giro di un’ora, anche da Mondello, dove molti bagnanti sono fuggiti dalla spiaggia per la pioggia. In molte zone manca anche la luce elettrica.

Situazione critica anche in corso Re Ruggero e via Colonna Rotta, dove una famiglia che abita al piano terra ha chiesto l’intervento dei pompieri perché non riesce ad uscire dalla propria abitazione. In via Imera una ragazza è stata soccorsa dai sommozzatori dopo che l’acqua ha circondato la sua automobile ed è stata costretta a salire sul tettuccio per mettersi in salvo. Ancora, risulta allagato il Foro Italico, dalla Cala fino a via Lincoln. Incredibili le immagini condivise sui social network, che mostrano macchine trascinate dalla furia dell’acqua e automobilisti, tra cui anziani, che a nuoto cercano di raggiungere un luogo sicuro, abbandonando i propri mezzi. In centro storico – nella zona di Ballarò – l’acqua, in alcuni vicoli, ha raggiunto il mezzo metro e le persone sono rimaste chiuse in macchina. Numerosi anche gli interventi per le grondaie pericolanti e per allagamenti nelle abitazioni a piano terra e nei magazzini a Cruillas, Pallavicino e in zona Danisinni. Il maltempo no ha risparmiato neppure la provincia, con strade allagate a Partinico, Carini e Capaci.

Il sindaco Orlando: “Nessun allarme dalla Protezione civile”
“Ieri nessun allarme, nessuna allerta dalla Protezione Civile regionale. Se volessi fare sciacallaggio darei la colpa al mancato allarme da parte di una struttura guidata dal Governo regionale di cui la Lega fa parte. Ma conosco la professionalità con cui lavora la Protezione civile, che si affida a previsioni metereologiche fatte da altri”. Così ha commentato la situazione in città il sindaco di Palermo Leoluca Orlando sui propri canali social, aggiungendo che “per ora, mentre tutta la macchina comunale lavora per affrontare un’emergenza non annunciata, attendiamo dai Vigili del Fuoco notizie sui dispersi, esprimendo vicinanza ai loro familiari”.