L’uomo che ha partecipato alle ricerche di se stesso: “Non ero ubriaco, è stato uno scherzo”

0
L’uomo che ha partecipato alle ricerche di se stesso.

L’uomo che ha partecipato alle ricerche di se stesso. Beyhan Mutlu ritratta. Il 50enne turco non era ubriaco la notte in cui ha partecipato alle ricerche di se stesso, finendo sui giornali di mezzo mondo. È stato uno scherzo dei suoi amici che, dopo la serata in un locale, lo hanno perso di vista e hanno allertato le forze dell’ordine. “Non ce n’era davvero bisogno. Sto pagando per gli errori di altri”.

Beyhan Mutlu ritratta sulla dinamica della vicenda finita sui media di tutto il mondo: “Non ero ubriaco, i miei amici hanno allertato la polizia per fare uno scherzo”. Dopo una serata con gli amici, non si avevano più sue tracce. La moglie aveva allertato le forze dell’ordine e il 50enne turco, senza saperlo, si era trovato a partecipare alle ricerche di se stesso.

Questa volta a parlare è il protagonista della storia che giorni fa ha fatto il giro del mondo. Beyhan Mutlu ha dichiarato alla stampa turca un’altra versione dei fatti e secondo le sue recenti dichiarazioni, tutto è nato come uno gioco tra amici. Ha trascorso la serata in compagnia di alcuni conoscenti in un locale, poi si è allontanato dal gruppetto e “quando uno di loro non è riuscito a trovarmi – ha raccontato – mi ha dato per disperso, segnalandolo alla polizia. Non ce n’era davvero bisogno”.

Il 50enne, alla ribalta ormai da giorni sui giornali, ha detto di aver cambiato numero di telefono proprio in quei giorni e quando le forze dell’ordine hanno provato a contattarlo per questa ragione non ha risposto. Le ricerche, però, è confermato che si siano attivate davvero e, intorno alle 5 del mattino, lo stesso Behyan, che in quel momento stava dormendo a casa sua, ha sentito un gran frastuono sotto la finestra, tanto da pensare che qualcuno nelle vicinanze avesse fatto un incidente con l’auto. “Mi sono svegliato e ho pensato a un incidente sulla strada. Ho visto la squadra di ricerca che cercava una persona scomparsa. Allora ho pensato di dare una mano”. Poi, invece, gli operatori camminando nel boschetto, hanno urlato il suo nome e l’uomo ha capito che qualcuno aveva dato un falso allarme e stavano cercando lui. Mutlu, che nella vita lavora come operaio in un’azienda, sta soffrendo il peso di una notorietà che, stando a quanto racconta lui, non gli spettava: “Fondamentalmente, sto pagando per gli errori dei miei amici. Quello che è successo è stato solo uno scherzo”.

L’uomo che ha partecipato alle ricerche di se stesso.

Articolo PrecedenteSparò e uccise rapinatori, gioielliere di Grinzane Cavour accusato di omicidio: “Non fu legittima difesa”
Prossimo ArticoloBatterio killer in ospedale a Verona, 89 neonati morti o con gravi conseguenze: sette indagati
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.