Lombardia, in 24 ore 80 contagi da Coronavirus e 10 morti. Sono 80 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Lombardia oggi, giovedì 16 luglio. Lo ha comunicato la Regione nel consueto bollettino. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 23, quelle ricoverate in ospedale sono 164. Nelle ultime 24 ore sono purtroppo decedute altre 10 persone: il totale dei decessi ufficiale è arrivato a 16.775.

La Regione Lombardia ha comunicato il bollettino relativo all’emergenza Coronavirus aggiornato ad oggi, giovedì 16 luglio. In tutta la Lombardia, nelle ultime 24 ore, sono 80 i nuovi positivi (di cui 23 a seguito di test sierologico e 17 debolmente positivi) su 10.727 tamponi effettuati. In totale, in Lombardia sale a 1.176.203 il numero di tamponi effettuati.

Invariato il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (sono 23, lo stesso numero di ieri) mentre cala quello dei pazienti ricoverati in ospedale con sintomi lievi (164 persone,13 in meno di ieri). I pazienti guariti in totale sono 60.989, quelli dimessi 2.043, per un totale di 71.032. L’incremento di guariti/dimessi rispetto a ieri è di più 96 persone nelle ultime 24 ore. Per quanto riguarda i decessi, nell’ultimo giorno si sono registrati 10 morti. Il totale complessivo delle persone scomparse a causa del Covid-19 in Lombardia è arrivato a 16.775 dall’inizio della pandemia, almeno stando ai dati ufficiali.

Sono 17 i nuovi casi positivi che arrivano dalla provincia di Bergamo, dove sono in corso gli screening a tappeto con test sierologici e tamponi. Per quanto riguarda i dati divisi per provincia, in quella di Milano si segnalano 20 nuovi casi, dei quali 13 a Milano città. Nella provincia di Brescia sono 5 i nuovi positivi. Sono 11 i nuovi positivi a Cremona e 4 in provincia di Mantova, Como e Varese. Nessun nuovo caso di Coronavirus, invece, nelle province di Lecco e Pavia. Infine sono 2 i nuovi contagi nella provincia di Monza e Brianza, uno a Lodi e Sondrio.

Da ieri, mercoledì 15 luglio, in Lombardia non è più obbligatorio indossare la mascherina o altri indumenti a copertura di naso e bocca quando si è all’aperto, nella situazioni in cui è garantito il distanziamento sociale.