Lite fuori dalla discoteca. Gli sono passati sopra prima in retromarcia, poi una seconda volta

Tre giovani italiani sono stati arrestati dai carabinieri per la morte di Filippo Limini, 24enne spoletino travolto e ucciso da un’auto dopo una lite tra due gruppi di ragazzi avvenuta vicino a un locale di Bastia Umbra (Perugia).

Omicidio preterintenzionale e rissa aggravata son i reati ipotizzati a loro carico.

Secondo gli investigatori i tre ragazzi, residenti tra Bastia e Assisi, erano sull’auto che ha travolto la vittima.

I fatti: dopo una prima discussione con l’altro gruppo di ragazzi, i tre arrestati hanno cercato di allontanarsi con l’auto, che è stata tuttavia rincorsa e colpita dai giovani del gruppo rivale.

A quel punto uno dei tre è sceso dall’auto e ha sferrato un pugno e dei calci a Filippo Limini, caduto a terra svenuto.

Sul 24enne è poi passata due volte – prima in retromarcia, poi una seconda volta – l’auto dei tre arrestati, per poi allontanarsi.

L’autopsia chiarirà le esatte cause del decesso e consentirà di capire se il giovane fosse già morto quando l’auto lo ha travolto.

Per tutta la giornata i carabinieri di Assisi e il magistrato di turno hanno raccolto diverse testimonianze per ricostruire l’accaduto, in tarda serata sono scattati gli arresti. Sono in corso indagini per identificare tutti i partecipanti alla rissa.