Legnago. Il gesto coraggioso di Caterina Girardello, farmacista di Legnago, in provincia di Verona che ha soccorso per strada un uomo di 60 anni colpito da infarto mettendo in pratica le tecniche di primo soccorso diretta al telefono dagli esperti del 118. Ora il paziente sta bene ed è stato dimesso dall’ospedale: “Un plauso a lei che non ha fatto nulla di scontato”.

Ci ha messo otto interminabili minuti ma alla fine ce l’ha fatta: Caterina Girardello, farmacista di Legnago, in provincia di Verona, è diventata a suo modo un’eroina dopo aver salvato un uomo di 60 anni che è stato colpito da un infarto mentre si trovava in strada. Come riferisce il quotidiano L’Arena, i fatti sono avvenuti circa un mese fa a Marchesino: la donna, dopo essersi resa conto che il 60enne aveva avuto un malore mentre passeggiava, ha messo in pratica le tecniche di primo soccorso, diretta al telefono dagli esperti del 118. Si è armata di sangue freddo e per otto minuti l’ha massaggiato salvandogli di fatto la vita e prima che arrivassero i soccorsi per trasferirlo in ospedale.

La notizia è stata però diffusa solo ieri, con la conferma che l’uomo sta bene ed è stato finalmente dimesso dall’ospedale. Tanti i messaggi arrivati alla farmacista su Facebook, per celebrarne il gesto, che tuttavia qualcuno ha definito “scontato”. “Un applauso alla donna visto che non ha fatto nulla di scontato contrariamente a quanto qualcuno pensa e un grosso ringraziamento ai mie colleghi infermieri che hanno guidato e motivato per telefono gli astanti. Le istruzioni pre arrivo stanno diventando pratica comune e possono fare la differenza nel outcome del paziente”, ha scritto un utente; “Bravissima per il sangue freddo e la determinazione. Complimenti Dottoressa una vita salvata, oltre alle persone che aiutate ogni giorno”, è il messaggio di un altro sui social network.