Lecco, ragazza insultata sul bus con frase razzista: “Al vostro paese vi tagliano le mani”

0
Lecco, ragazza insultata sul bus con frase razzista: “Al vostro paese vi tagliano le mani”.

Lecco, ragazza insultata sul bus con frase razzista: “Al vostro paese vi tagliano le mani”. Urla e frasi razziste rivolte da un vigilante a una ragazza di 20 anni di origini straniere su un autobus di Lecco. La scena è stata ripresa in video diffusi sui social. La vittima dell’aggressione verbale ha raccontato: “Avevo il biglietto come sempre, non è la prima volta che succede e non sono la prima”. L’azienda ha annunciato provvedimenti.

“Vuoi fare la furba. Solo in Italia fate queste cose, voi vi comportate male in Italia. Lì vi tagliano le mani quando sbagliate e qua ve ne approfittate, avete trovato l’America in Italia”. Sono le parole con cui un vigilante in servizio sui bus del trasporto pubblico della città di Lecco ha apostrofato una passeggera, una ventenne di origini straniere, che a suo parere non aveva il biglietto.

Insulti razzisti sul bus a Lecco
Le parole di stampo razzista sono state documentate in due video, poi diffusi su Facebook. Secondo le testimonianze di chi era presente a bordo dell’autobus la ragazza aveva timbrato il biglietto all’arrivo dei controllori. Questo avrebbe scatenato la rabbia e gli insulti da parte del controllore. L’episodio sarebbe avvenuto ieri su uno dei pullman della linea 1 di Linee Lecco, all’altezza della fermata di Corso Bergamo.

In un primo video si sente il controllore intimare alla passeggera di scendere dal bus. Nel secondo filmato il vigilante si rivolgersi alla donna in urlando ed esprimendo idee intrise di pregiudizi razziali.

Il sindaco condanna l’episodio, l’azienda annuncia provvedimenti
Il video è diventato virale e ha provocato l’intervento del sindaco Mauro Gattinoni. Il primo cittadino, dopo aver parlato al telefono con la ragazza, ha detto che “nessuna infrazione può giustificare una simile condotta da parte di chi è assunto dal servizio pubblico per garantire rispetto e sicurezza”. Anche Linee Lecco si è scusata, annunciando di aver subito inoltrato una richiesta di chiarimento alla società che fornisce il servizio dei vigilantes, la Civis di Milano, chiedendo provvedimenti e che il controllore non venga più mandato a svolgere servizio a Lecco.

Il racconto della ragazza: “Avevo il biglietto, non è la prima volta che succede”
La diretta interessata ha commentato l’episodio scrivendo nel gruppo Facebook ‘Sei di Lecco se’ e raccontando la sua versione dei fatti: “Ho obliterato il mio biglietto e stavo tranquillamente tornando al mio posto, mentre il controllore saliva sul pullman alla fermata subito dopo la mia e così dal nulla ha iniziato ad urlarmi contro, accusandomi di aver obliterato quando l’ho visto. Ho provato ha spiegargli , che non era affatto così, ma non ha voluto ascoltarmi e ha iniziato ad urlarmi contro in modo molto aggressivo ,chiedendomi di scendere o un documento per darmi la multa e mi sono rifiutata , perché io il biglietto ce l’avevo. Ho provato ad ignorarlo, ma essendo un essere umano e le parole che usava non sono riuscita a mantenere molto la calma.

“Sono una persona molto corretta in ciò che faccio e ho sempre avuto il biglietto – ha aggiunto la giovane – oppure l’abbonamento quando andavo a scuola, le poche persone mi conoscono veramente posso confermarlo. Vorrei anche precisare che non è la prima volta e non sono la prima che tratta così , lui non fa distinzione, di colore e età, gli basta semplicemente vederti in piedi o che stai tornando al posto e subito pensa male”.

Articolo PrecedenteAllarme varianti Covid e focolai scolastici in Umbria: “Boom di casi tra i bambini fino a 10 anni”
Prossimo ArticoloBolzano, sospese ricerche nell’Adige: il corpo di Peter Neumair non è stato trovato
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.