Lecce, cucciolo di pastore maremmano muore d’infarto a causa dei botti di capodanno

0

Diana, un cucciolo di pastore maremmano, è morta d’infarto a causa dei botti sparati la notte di capodanno. E’ accaduto a Lecce, dove era stata da poco adottata da una famiglia e dove in molti hanno festeggiato l’arrivo del 2020 sparando petardi nonostante il divieto del comune.

Diana, un cucciolo di pastore maremmano, è morta d’infarto a causa dei botti sparati la notte di capodanno. E’ successo a Lecce, dove era stata da poco adottata da una famiglia e dove in molti hanno voluto festeggiare l’arrivo del 2020 sparando petardi nonostante  il regolamento di polizia locale della città salentina, a carattere permanente, li vietasse espressamente. Diana si è accasciata davanti agli occhi increduli dei suoi padroni. A nulla sono servite le cure dei presenti: il suo cuore non ha retto e un infarto l’ha uccisa. Rabbia e sgomento non solo da parte di coloro che se ne erano presi cura con amore, ma anche di molti  utenti Facebook che si sono imbattuti nel triste post della padrona di Diana: “Vi risparmio i miei sentimenti di questo momento – ha scritto –  Ma almeno che la morte della mia Diana serva a qualcosa. Adesso basta. Questa strage incivile deve finire. Questa sordità istituzionale deve finire. È una strage che non danneggia solo gli animali, ma anche persone, neonati, malati di qualsiasi età con patologie neurologiche che impediscono la comprensione di ciò che sta accadendo intorno”.

“Molte persone credono – dichiara Giuseppe Albanese, presidente dell’associazione Ata pc (Associazione tutela animali e protezione civile, ndr) Lecce –  che quando le associazioni animaliste si battono per l’abolizione di questa, ormai, ‘becera’ pratica di festeggiare l’arrivo del nuovo anno con botti e fuochi d’artificio, lo facciano per partito preso, purtroppo non è così e la morte di Diana ne è un esempio. In molte città ormai vanno di moda le ordinanze contro i botti di fine anno ma, fino a quando queste ordinanze non verranno realmente applicate, non serviranno a nulla. A nostro avviso, non basta fare un’ordinanza per vietare i botti, che già sono vietati perché illegali, ma occorre varare una legge nazionale che abolisca definitivamente questa pratica, perché gli animali hanno il diritto a non morire a causa dei botti di Capodanno. Vietare non basta, occorrono controlli seri e sanzioni mirate. La nostra Associazione– conclude Giuseppe Albanese – si batterà con tutte le sue forze affinché questa “usanza” possa essere debellata, appellandosi al diritto alla vita di tutti gli esseri viventi e lo faremo in memoria della piccola Diana”.

 

Articolo PrecedenteBari, aveva partorito da pochi giorni, 33enne ferita da colpo pistola all’addome: si cerca marito
Prossimo ArticoloBelluno, bimba alla mamma: “Ho mal di testa”. Poi accusa un malore e muore
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.