Le Regioni che potrebbero uscire dalla zona arancione da domenica: ancora nessuna in zona bianca

0
Le Regioni che potrebbero uscire dalla zona arancione da domenica.

Le Regioni che potrebbero uscire dalla zona arancione da domenica. Nel fine settimana la mappa dell’Italia potrebbe cambiare nuovamente colore. Le modifiche dovrebbero arrivare per domenica 31 gennaio. Al momento i dati sembrerebbero incoraggianti e dalla settimana prossima potremmo avere più Regioni in zona gialla. Resta invece ancora lontana la zona bianca. Vediamo però quali potrebbero essere le Regioni pronte ad abbandonare la zona rossa e arancione.

La mappa dell’Italia colorata di giallo, arancione e rosso si prepara a cambiare di nuovo. Per venerdì 29 gennaio è atteso il nuovo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità in merito alla situazione epidemiologica nella penisola e, in base a quello, il ministero della Salute stabilirà quali Regioni possono allentare le misure anti-contagio e quali, invece, debbano introdurne di più severe. Le modifiche dovrebbero arrivare per domenica 31 gennaio. Al momento i dati sembrerebbero incoraggianti e dalla settimana prossima potremmo avere più Regioni in zona gialla.

Al momento ci sono solo 2 Regioni in zona rossa (Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano), 14 in zona arancione (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Puglia, Calabria e Sardegna) e 5 in zona gialla (Provincia autonoma di Trento, Toscana, Molise, Campania e Basilicata).

Che Regioni potrebbero passare in zona gialla
Veneto e Piemonte potrebbero tornare in zona gialla, così come la Liguria. “Sicuramente ad oggi l’indice Rt sul contagio covid in Liguria è al di sotto di 1, siamo in una settimana monitorata positivamente in vista della riclassificazione della nostra Regione”, ha commentato il governatore ligure Giovanni Toti. Dal Veneto invece Luca Zaia ha detto di essere pronto a riaprire le scuole lunedì mattina, quando auspica che la Regione sarà in zona gialla: “Se i parametri continuano a migliorare o rimangono stabili a quelli di oggi, il Veneto potrebbe essere in zona gialla dalla prossima settimana”.

La Sardegna minaccia ricorso al governo

Il presidente della Sardegna, Christian Solinas, ha detto di essere pronto a presentare un ricorso contro il governo se la Regione non tornerà in zona gialla dalla prossima settimana: “Abbiamo detto fin dal primo momento che l’attuale classificazione è assolutamente sbagliata, e penalizza pesantemente tutto il settore produttivo sardo e gli operatori commerciali, mettendo ulteriormente in crisi l’economia dell’Isola. Occorre quindi un intervento immediato per modificare la classificazione, che da arancione deve tornare gialla. Abbiamo tutti i requisiti per essere in zona gialla. Se il Governo non provvederà a riclassificare la regione, tuteleremo la Sardegna in tutte le sedi”, ha dichiarato.

Nessuna Regione in zona bianca
Anche Emilia Romagna e Calabria, essendo in zona arancione da oltre 14 giorni, possono tornare in area gialla se i dati lo consentiranno. La Sicilia spera invece di uscire dalla zona rossa. Per la Provincia autonoma di Bolzano è improbabile che questo accada. Altrettanto improbabile che qualche Regione riesca ad entrare in zona bianca, la nuova area stabilita dal governo con una bassa circolazione dell’infezione, dove moltissime attività possono riaprire. Per rientrarvi, però, serve avere un Rt inferiore a 1 e un’incidenza settimanale inferiore a 50 casi ogni 100 mila abitanti: numeri lontani a quelli attuali in ogni territorio della penisola. La zona bianca appare dunque ancora lontana: se ne riparlerà in futuro, ma per ora bisognerà continuare a convivere con le misure anti-coronavirus.

Articolo PrecedenteTigri e leoni positivi al COVID in Svezia, soppresso un esemplare: “Non avrebbe superato malattia”
Prossimo ArticoloAbbandonata in un bosco dal patrigno, bimba di due anni muore di freddo
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.