Le banche smascherano Conte: “Soldi promessi? Ci vorrà tempo”

0

Le banche. Il presidente dell’Associazione bancaria italiana Patuelli non prevede tempi “sprint” per l’erogazione dei soldi alle imprese previsti dal governo. Cna e Confcommercio auspicano soluzioni in tempi brevi ma soprattutto “procedure semplici, chiare e veloci”

Invece di accelerare i tempi, si procede a rilento. E le dichirazioni del Presidente dell’Abi Patuelli, in tal senso, non fanno ben sperare.”Penso che la fase preparatoria riempirà almeno la settimana di Pasqua”. È “l’almeno”, che non promette nulla di buono. Il provvedimento con il “bazooka” sulle linee di credito garantite dallo Stato non ha visto la luce

In un’intervista a Milano Finanza, Patuelli ha spiegato che “per quanto le banche possano provare a correre, non sarà possibile far arrivare alle aziende in tempi da sprint la liquidità assistita dalle garanzie pubbliche varate con il decreto legge approvato lunedì”. La motivazione va ricercata nell’Ue che dovrà dare il via libera ma anche nelle procedure, che non potranno essere quelle ordinarie.

L’appello di Cna
Sotto l’incalzare delle imprese, nella giornata di ieri l’associazione delle banche e la Sace hanno dato il via ad un gruppo di lavoro per capire gli aspetti operativi del provvedimento. Intanto, come si legge sul Tempo, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Roma (Cna), ha lanciato una sorta di appello alle banche romane per “attivare per quanto di loro competenza procedure semplici, chiare e veloci, allo scopo di assicurare la necessaria efficacia agli interventi promossi dal governo e dalla Regione”. Questa nota sottolinea come le impresse abbiano “bisogno immediato di liquidità. Ne va della loro sopravvivenza e della stabilità del nostro sistema economico”.

Il decreto liquidità del governo, però, non soddisfa: Carlo Sangalli, presidente nazionale di Confcommercio non è del tutto soddisfatto e lo considera “ancora una risposta parziale”. Le imprese hanno immediato bisogno di trovare nuova linfa vitale seguendo il percorso più breve. “Il problema centrale per tutti gli imprenditori resta la necessità vitale oggi, e non domani, di liquidità a zero burocrazia, a Roma come a Bruxelles, nella maniera più semplice e accessibile”, afferma Sangalli.

Confindustria si divide
Se Confindustria, da un lato, ha espresso ai proprio direttori una valutazione abbastanza positiva del provvedimento nonostante l’attesa per l’inserimento del testo in Gazzetta Ufficiale, il presidente di Unindustria (la rete di imprenditori di Confindustria per le province del Lazio) Filippo Tortoriello, definisce invece “estremamente farraginoso” il sistema di accesso al credito intuibile dalle anticipazioni del decreto. “Parliamo di 30 miliardi con una leva di XMRsi dovrebbero assumere per poi restituirlo – dichiara Tortoriello – quindi, poiché parliamo di liquidità, l’accesso dovrebbe essere estremamente semplice mentre, da quel poco che capiamo, non è così”.

Tempi e burocrazia, un binomio purtroppo inscindibile: ne sono un esempio le partite Iva che, districandosi nel sito dell’Inps, stanno ancora aspettando i loro 600 euro.

Articolo PrecedenteTruffa da 15 milioni sulle mascherine per gli ospedali, arrestato l’imprenditore Antonello Ieffi
Prossimo ArticoloIn Italia la mafia sta aspettando soldi dall’UE: esplode l’ira contro il quotidiano tedesco Die Welt
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.